LETTERA ALLA SECONDA FIGLIA

Nicole, come sia la vita dei secondi figli non lo so (figuriamoci dei terzi e per le più audaci dei quarti) perché amore mio mamma è figlia unica!
So però che ti devo molte scuse.

Da dove inizio?


Si certo dalla gravidanza dove non me ne sono stata ore ed ore sul divano a sentire i tuoi calcetti o il singhiozzo, non ne avevo il tempo tesoro mio,a malapena mi ricordavo gli appuntamenti mensili dalla ginecologa.

Ero però attentissima a salvaguardare la tua incolumità li dentro visto che tuo fratello tentava in svariati modi di torturarti dando pizzicotti al pancione e coniando per te il vezzeggiativo di “folletta”se andava bene e “streghetta” se andava male.

Nove mesi mi sono volati e il giorno del parto più che pensare a correre in ospedale ero in ansia per tuo fratello perché tu ovviamente hai scelto la notte per farmi venire le contrazioni ed io ho atteso fino a che i dolori sono stati insopportabili prima di lasciarlo con i nonni e il sapere che al mattino avrebbe chiesto di me mi ha fatto venire il magone, per Lui.
Sono passati già tre mesi dalla tua nascita nei quali hai già capito che non essere la prima figlia implica che:
-ci si deve svegliare alle 7 anziché alle 10 (tuo fratello deve andare all’asilo)
-le coccole nel lettone non esistono ( se non nel fine settimana) …tuo fratello deve andare all’asilo.
-l’asilo è un covo di germi,ma tu lo affronti da quando avevi 10 giorni per accompagnare tuo fratello ( lui che la prima volta che è stato in un centro commerciale pieno di germi aveva un anno)
-di ritorno dall’asilo (di cui sopra) l’ovetto è comodo anche per dormire,chi ha il coraggio di rischiare di svegliarti mettendoti nella culla? Prima mamma deve dar da mangiare al cane sistemare casa lavare stirare.Tutte cose che può fare solo se tu dormi ( tuo fratello veniva tolto ogni volta,coccolato e fatto riaddormentare nella Sua culla)
-il cambio pannolino non viene fatto scrupolosamente ogni due/tre ore come con tuo fratello, ma quando ormai non ce l’ha fai più e dentro c’è un litro di pipì
-i tuoi biberon li lava la lavastoviglie e verrano sterilizzati fino ai 4 mesi ( dopo ci rinuncio) quelli di tuo fratello fino a sei mesi lavati a mano e sterilizzati
-il tuo bucato è lavato insieme al nostro e il Napisan non so cosa sia (per tuo fratello fino all’anno ho mantenuto l’enel e la napisan con lavatrici solo per lui)
-il bagnetto per te non è un momento di relax. In dieci minuti sei lavata ed asciugata e viene fatto a giorni alterni..devo proprio dirtelo? A tuo fratello lo facevo ogni giorno e veniva lavato incremato oliato e profumato il tutto in 40 minuti ..ogni santa sera!
.. Potrei andare avanti, ma sappi che essere secondi o comunque non figli unici è un dono , la vita ti riserva sempre prove sfide e rinunce per questo se sei preparata fin da piccola l’affronterai al meglio amore mio.

soraidaso82

Moglie e mamma di due splendidi bimbi che sono tutta la mia vita, Alex e Nicole 3 anni. Adoro tutto ciò che è social e soprattutto Instagram grazie al quale ho avuto la possibilità di conoscere altre ragazze molto simili a me con le quali mi sono trovata subito a condividere le stesse passioni.

8 pensieri riguardo “LETTERA ALLA SECONDA FIGLIA

  • 12 settembre 2014 in 15:47
    Permalink

    Io sono una seconda figlia… e credo che per mia mamma (da quanto mi ha sempre raccontato…) sia stata più o meno così la mia crescita. E sono venuta su benissimo! senza le ansie e le aspettative che avevano tutti per mia sorella.
    Comunque, con una mamma come te, i tuoi figli sono proprio fortunati. Sei super in gamba!

    Risposta
    • 13 settembre 2014 in 22:06
      Permalink

      Grazie Elena❤️ concordo sul fatto che solitamente ai primi si tende a caricarli di ansie e aspettative.

      Risposta
  • 16 febbraio 2015 in 17:36
    Permalink

    Racconto assolutamente reale. Il tempo poi, per fare tutto quello che si è fatto con la prima figlia (nel mio caso) non esiste proprio. Il bagno, il sonno, la pappa ecc.. o in comune o niente. Pero’ la condivisione è un moneto impagabile e vederli insieme mi fa sentire meno in colpa

    Risposta
  • 21 marzo 2016 in 15:12
    Permalink

    Bellissimo il tuo post, mi hai fatto rivivere l’esperienza di tanti anni fa…ora le mie hanno 27 la maiuscola e 20 la minuscola e ti posso garantire che i secondi nella vita avranno sempre una marcia in più! UN SALUTONE

    Risposta
    • 22 marzo 2016 in 8:21
      Permalink

      Mi conforta molto saperlo, a volte mi assalgono i sensi di colpa :(. Un abbraccio!

      Risposta
  • 16 gennaio 2017 in 21:37
    Permalink

    Buona sera Soraida, che bella lettera hai scritto a Nicole. Non sono mamma ma stando ai racconti di mia mamma è tutto vero! Io sono l’ultima di 4 figli e mi racconta sempre la.mia mamy che sono stata l’unica con meno a d avere meno attenzioni, ma a suo parere la più responsabile e giudiziosa della famiglia sarà che mi dovevo adattare. Non temere nulla per Nicole avrà avuto meno attenzioni, sì, ma non le hai fatto mancare l’amore e il calore che solo una mamma può dare!

    Risposta
  • 17 gennaio 2017 in 12:36
    Permalink

    ho partorito la seconda bimba da 3 mesi e mezzo e….. tutto esattamente uguale a te!
    Ma anche un sacco di contatto in più, allattamento senza ansie ne orari, molti meno schemi (miei) da seguire…. tutto molto più free e un angelo di bimba che ride sempre…
    ❤ adesso so che dura poco per cui cerco di godermi tutto, poppate notturne comprese ❤

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *