Vi presento Serena (@piciecastagne)

Non sapevo da dove partire per raccontarvi la sua storia e quella del suo blog, così ho deciso di farlo fare a lei…..

Immagine

dal Blog Pici e castagne

“C’era una volta… un faldone pieno di fogli ritagliati, spiegazzati e incollati alla rinfusa, fogli ingialliti e scritti in modo incomprensibile anche per la sottoscritta. Così ho pensato che fosse il caso di trascrivere tutte le mie ricette in tanti quadernini suddivisi per categoria… ma poi non riuscivo più a ricordarmi di “quale” torta alle noci fosse la ricetta… di “quale” pasta al forno fossero le dosi.. allora ho pensato bene di fotografare le ricette per riconoscerle e di creare un file ”indice” per ritrovarle più facilmente… e…

C’è ora.. questo blog! che in realtà nella mia testa esiste da almeno dieci anni e trova il suo spazio in questo momento, in un momento in cui la mia vita è e sta cambiando profondamente.

Pici e castagne non ha certo la presunzione di essere una testata giornalistica, nè una scuola di cucina, piuttosto un quaderno dove trascrivo le ricette che hanno scandito e condito la mia vita, che più mi piacciono, che fanno parte della tradizione della mia famiglia, le ricette dei miei nonni intrise di ricordi, profumi e gesti in grado di riconciliarmi col passato e con la vita, ricette che mi hanno regalato gli amici, frutto di viaggi ed esperienze fonti di ispirazione; altre sono prese dalla mia infinita collezione di libri di cucina, così tout court o liberamente interpretate: a questo proposito si accettano commenti e consigli purchè costruttivi…
Pici e castagne perchè il mio babbo è nato e cresciuto in Toscana: Piancastagnaio (non ditemi che non avete capito!) ,ed io amo passeggiare per i boschi, amo la montagna e soprattutto amo le storie raccontate da mio padre, di neve, di biglie di terracotta, di farine, mulini, di pane, di funghi, di vino e di castagne appunto!”

1750__600x_pici-e-castagne-involtini-di-pollo-3

Vi lascio adesso con la nostra chiacchierata!

-Per iniziare dicci in due parole chi è Serena.

Ho 33 anni,sono cresciuta tra Roma e Piancastagnaio, radici toscane ben piantate a terra ma con la testa sempre in cerca di qualcosa di nuovo da scoprire. 

-Da dove nasce la tua passione?

Difficile non riconoscere nella mia famiglia l’origine della mia passione. Per i miei nonni in particolare l’amore è sempre passato attraverso il cibo. Mia nonna ancora oggi prima di chiedermi come sto mi domanda se ho mangiato! 

-Quando hai deciso di aprire il tuo blog e perchè?

Ho deciso di aprire il mio blog più di due anni fa, quando mi sono accorta che le ricette appuntate in ogni dove rischiavano di andare perse nel caos generale. C’ era bisogno di ordine, ed io sono una maniaca dell’ordine!!! Mio marito ha fatto il resto:) 

-Cosa non può mai mancare nella tua dispensa?

Nella mia dispensa non può mancare il sale. Lo so che può sembrare banale ma una vita senza sale è un po’ come una vita senza amore e passione. E’ un ingrediente da cui non si può prescindere, la cui assenza (o il contrario) può cambiare totalmente il gusto di un piatto. 

-Hai un piatto che ti riporta indietro nel tempo?

Un piatto vero e proprio no, però ricordo bene i pranzi delle domeniche scandite da pici e tortelli maremmani, i funghi appena trovati e cucinati di ritorno a casa, le tasche piene di castagne e l’odore delle caldarroste ancora bollenti. Sono diventati dei riti,riti che scandiscono la mia vita,le stagioni, il tempo da sempre. 

-Cosa ami cucinare più di tutto?

Ho un debole per i lievitati, per il pane e le brioches, per la cucina toscana in generale. Vivo a Roma ma di cucina romana non so fare praticamente nulla 🙂

-Ti dedichi ad altre passioni oltre alla cucina?

Altre passioni???? Da dove comincio?? Ballo il tip tap, soffro di “bulimia letteraria” e divoro 4-5 libri al mese, la sera lavoro all’uncinetto e ai ferri,ormai sempre più raramente mi dedico al cucito ma mai dire mai, sono un donna felice ogni volta che vado ad ascoltare musica jazz, amo la natura e le lunghe passeggiate, sciare e andare a cavallo, e naturalmente ho una passione smodata per la cucina e per la fotografia (non necessariamente insieme). La mia giornata è fatta di sole 24 ore..ma ci sto lavorando!

-Un piatto semplice e veloce che vuoi dedicare a noi Womoms?

Un piatto veloce e buonissimo ora che sta arrivando l’estate è l’insalata di feta e anguria. Feta e anguria tagliate a dadini, un filo d’olio, prima di aggiungere il sale meglio assaggiare dato che la feta è già molto saporita, qualche fogliolina di menta fresca et voilà! Io spesso ci preparo degli spiedini alternando feta-anguria-foglia di menta. Il sapore dolce dell’anguria bilancia perfettamente la sapidità del formaggio in un’insalata freschissima e colorata. Baci!!!

grazie Serena per la tua disponibilità, attendiamo altre gustose ricette!

1662__600x_pici-e-castagne-risotto-alle-rose-4

 

1807__600x_pici-e-castagne-magic-cake-2

pici-e-castagne-risotto-zucca-e-birra-3

0 pensieri riguardo “Vi presento Serena (@piciecastagne)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *