Vita da mamma: @alexleo_27

Oggi vogliamo presentarvi una nuova rubrica che si intitolerà “Vita da mamma” . Una volta al mese vi presenteremo una mamma che ci aprirà la porta della sua vita facendoci entrare nella sua quotidianità. Ogni volta che nasce un bambino, nasce anche una mamma. La coppia si trasforma in una famiglia, le giornate cambiano, tutto si amplifica anche il cuore.

Oggi è il turno di Alexandra conosciuta su instagram con il nome @alexleo_27 che condividerà con noi le sue esperienze, i suoi dubbi le sue paure, ma soprattutto i momenti di gioia dell’essere mamma e moglie.

foto 3

Mi chiamo Alexandra, ho 27 anni, due figli e un marito
Mi sono sposata a 22 anni, ero molto piccola ma convinta, che l’uomo accanto a me era quello giusto e volevo passare la mia vita con lui. Era il primo con quale ho sognato dei figli, una casa al mare, immaginando noi da vecchi… Il mio sogno si è avverato e diciamo che dopo che sono diventata mamma per la seconda volta mi sento completa anche se dentro di me sento che la famiglia potrebbe allargarsi ancora. Sono una mamma a tempo pieno. Una mamma che coccola, che pulisce i nasini, che asciuga le lacrime, bacia, abbraccia , canta, ride, balla, prepara le merende,  che ama con tutto il cuore ma anche una mamma che ogni tanto sgrida, lancia i lego quando li schiaccia, piange certe notti perché sente di non farcela e prega di trovare la forza per farcela.

foto 3-1

foto 1-1

Il primo figlio Ian ha quasi 23 mesi. Con lui ho provato emozioni che prima non conoscevo. Pensavo che non avrei mai potuto amare come amo mio marito. Mi ricordo ancora quando me l’hanno appoggiato sul mio petto, era caldo e morbido e io spaventata e emozionata. Ho detto “Ciao pulcino…” e da quel momento sono diventata mamma per sempre.

phonto

“Ciao pulcino” sono le stesse parole che ho pronunciato 2 mesi fa quando è nato Noah. Questa volta ho passato la gravidanza pensando che non avrei potuto amare come amo mio marito e Ian, convinta che nel mio cuore non c’era più spazio , invece…Lo amo da morire. Il mio cure si è raddoppiato , lo sento sotto le costole addirittura talmente è grande e pieno d’amore e ogni giorno ringrazio per i mie tre uomini. Sono diventata la regina di casa , ma non quella che beve il the alle 17 e si fa il bagno di rose prima di andare a letto. Sono diventata la regina dei pannolini, fazzoletti umidi, pappe, rigurgiti sulle magliette, di sabato non vado dal parrucchiere o a fare la manicure, ma mi alzo alle 7 e faccio il bucato di nascosto perché al mattino sono orrenda, e abbiamo la lavatrice in comune. Faccio attenzione di non svegliare i bimbi cosi mi posso bere il caffè in santa pace, dedicare quei 5 minuti a me, ai miei pensieri, timori e sogni.

foto 2-2

Le nostre giornate sono molto impegnative. Dalle 9 fino alle 22 cambio pannolini in continuazione, preparo  merende, faccio la spesa, pulisco, porto i bambini al parco 2 volte al giorno e non mi sento una wonder woman. Sono “solo” una mamma. Non si è raddoppiato solo il cuore e l’amore ma anche la forza e ogni tanto mi fermo e mi chiedo come riesco a fare tutto. Ma poi vado avanti, vado avanti per noi. Non sono una donna, mamma e moglie perfetta, anzi … porto le camicie da stirare da mesi in lavanderia e dalla settimana scorsa ho la donna delle pulizie che mi verrà ad aiutare ogni 10 giorni. Potrei fare tutto da sola ma preferisco quei 20 minuti quando loro dormono dedicarli a me… sdraiarmi, senza fare niente o al massimo cambiare lo smalto, prepararmi il caffè e guardare il soffitto non pensando a niente, non pulire, non avere lo straccio tra le mani o l’ aspirapolvere.

foto 5-1

Non sono una moglie perfetta. Porto ancora le mutande che portavo in gravidanza , non mi ricordo quello che mio marito mi racconta, non riesco a seguirlo quando mi parla del suo lavoro, dimentico tutto, dimentico troppo spesso di dargli un bacio , dirgli che lo amo… Vado a letto alle 22, non mi porta lui a letto, mi porta Noah… però la cosa più importante è che so che lui c’è per me e per i nostri figli e che siamo sempre l’uno per l’altro e questo mi da la forza. A volte non è con noi quando abbiamo bisogno ma arriva sempre, magari qualche ora dopo, ma va bene lo stesso, meglio tardi che mai dico io.
Come donna sono un disastro e mi amo così. Non faccio mai la dieta, non calcolo le calorie, non porto i tacchi , non uso il push up né il tanga , non vado dall’ estetista, non vado in palestra… Ma allatto su richiesta, corro più veloce dietro a Ian se porto le ballerine, adoro la nutella e la mangio col cucchiaio e penso che la cellulite non è una malattia. Per la merenda spesso preparo la pasta o la pizza e mi godo la vita guardando le mamme al parco che mangiano fette tostate con una punta di marmellata, biscotti integrali e mezza mela. Non sono una maniaca ne una donna perfetta. Sono vegetariana ma lo stesso ho sfornato un bimbo di 4,2 kg che in due mesi è arrivato a 7 chili e mezzo! Questo si che sono le mie soddisfazioni.

foto 4

 

phjjjonto

phontkko

Io ho ancora qualche chilo da perdere ma non mi impegno minimamente , sono una mamma e moglie amata con o senza i chili di troppo. Prima delle gravidanze ero 10 kg in più, perché amavo mangiare e anche se i pantaloni si strappavano perché non riuscivo ad infilare dentro il mio sederono…. ero felice lo stesso.
Pero’ non esco mai senza trucco. Amo truccarmi, dedicarmi quei 5 minuti quando i bimbi dormono. Certe volte ho sensi di colpa perché non riesco a dedicarmi a ognuno quanto vorrei. Ian per fortuna non è geloso el fratellino e non pretende troppo e neanche Noah ma mi stancano, alla sera ho spesso il mal di testa, sono nervosa ed esausta e non vedo l’ora che mio marito arrivi a casa. Prima per liberare la mente andavo a fare una passeggiata, un po’ di shopping ma adesso con 2 bimbi riesco a scappare 5 minuti in bagno per trovare la pace.

foto 5phongygyto

 

Certe volte ho nostalgia per il periodo in cui non avevamo bimbi, eravamo spensierati, guardavamo la televisione fino a tardi, si usciva e si tornava tardi, viaggiavamo, compravo reggiseni in pizzo non per l’allattamento, non cercavamo i pampers in offerta. Quando vedo una coppia innamorata che si tiene per le mani mi veniamo in mente noi tempo fa. Anche se un giorno di tanto tempo fa mi sono svegliata e mi sono sentita vuota. Avevo tutto, marito perfetto, macchina nuova, vestiti bellissimi, facevo quello che volevo e non riuscivo a capire da dove derivasse quel vuoto. Dopo un paio di settimane ho capito che volevo diventare mamma. Un mese dopo ho scoperto di essere incinta ed il vuoto è sparito.

phonjujtofoto 4-1

 

In questi 2 anni da quando sono mamma ho imparato tanto, ho imparate a stendere, a piegare bene i vestiti per non stirarli,a fare la doccia in 2 minuti compresa la depilazione, a nascondere le macchie di latte sulle magliette con i foulard.. Dedico troppo poco tempo a me stessa ma sono felice lo stesso perche ho loro , tanto prima o poi tutto tornerà indietro. Avranno sempre bisogno di noi, ma non saranno sempre piccoli. Lo so che mi mancherà questo periodo, periodo dove un sorriso strappa il cuore , dove un “mamma” rende la giornata piu bella, dove tutto ha senso quando senti le manine calde e umide sulle tue. Siamo genitori di due meraviglie, due anime che hanno scelto proprio noi. Certamente noi li abbiamo cercati, ma loro hanno deciso che noi siamo perfetti per loro…Grazie a Dio…
Sono una donna, moglie e mamma non perfetta, ma perfetta per loro.

foto 2





0 pensieri riguardo “Vita da mamma: @alexleo_27

  • 29 maggio 2014 in 9:16
    Permalink

    Bellissimo racconto Ale, ritrovo tanto me stessa nella tua descrizione 🙂 anche se ancora forse meno matura!
    La mia paura è che un giorno cresceranno e mi mancherà troppo questo periodo!
    Brave thewomoms per l’iniziativa!

    Risposta
  • 29 maggio 2014 in 9:37
    Permalink

    Davvero un racconto bellissimo! Complimenti Alexandra per la tua meravigliosa famiglia!

    Risposta
  • 29 maggio 2014 in 11:06
    Permalink

    Che dire Alexandra…sei splendida, un racconto senza filtri nel quale in alcuni punti mi sono ritrovata. un bacio ai tuoi bimbi

    Risposta
  • 29 maggio 2014 in 11:33
    Permalink

    Potrei averlo scritto io…mi ci ritrovo in tutto e per tutto.l’unica differenza è che ho tre figli di cui uno adolescente.complimenti Alexandra x la tua splendida famiglia!!!

    Risposta
  • 29 maggio 2014 in 14:22
    Permalink

    Complimentissimi..!! Una bellissima famiglia, una bellissima storia..!!

    Ogni volta che vi leggo acquisisco un po’ di coraggio in più per il mio grande passo. Vedo le altre mamme e spesso penso “Ok, io non ce la farei mai”, ma leggendo voi, capisco che il “lavoro” più naturale del mondo, che sì, è difficile, ma le gioie sono tante. Non mi son mai sentita all’altezza di nulla, figuriamoci per il ruolo di madre; io che non riesco a organizzarmi da una vita, figuriamoci con un bimbo!! 😛
    In ogni caso per me siete delle eroine…Vi abbraccio tutte WoMoms 🙂

    Risposta
  • 29 maggio 2014 in 21:48
    Permalink

    bello Ale… che emozioni, sei forse la prima mamma che ho iniziato s seguire e mi sei srmpre piaciuta tanto.Solare e dolce, una mamma e donna bellissima a cui mi sono affezzionata anche se a distsnza. Ho riso tanto col tuo Ian e ora mi emoziono a vederli insieme lui e Noah . Un abbraccio

    Risposta
  • 7 agosto 2014 in 22:50
    Permalink

    Ho trovato molto dolce questo racconto. Sei proprio bella Ale, dentro e fuori.

    Sara (Follemente)

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *