STEFANO GUERRERA : SE I QUADRI POTESSERO PARLARE

Oggi vogliamo farvi sorridere, anzi ridere, perché con noi c’è l’ideatore dell’ormai popolarissima pagina “Se i quadri potessero parlare”

Stiamo parlando di Stefano Guerrera ormai noto in tutti i social dove spopola letteralmente con questi link:

 

QUADRI     1969120_1459045537658539_1713273909_n

 

 

Chi di noi non ne ha postato almeno uno??

Conosciamolo meglio!
 
Stefano Guerrera, un ragazzo qualunque che da un giorno con l’altro si è creato una pagina Facebook. Pagina che ad un anno dalla sua nascita conta ben più di 800.000 like, dire successo è riduttivo! Cosa è cambiato in quel ragazzi dall’ottobre 2013?

Fondamentalmente nulla, davvero. Sono sempre io, un ragazzo semplice a cui piace far ridere la gente.
Detto così potrebbe sembrare una cosa brutta ma in realtà è una cosa che rende felice anche me, è bello sapere di strappare anche solo un sorriso a così tanto gente.
È stata una bella sensazione ovviamente del tutto inaspettata e ancora oggi stento a credere che più di 800mila persone abbiano apprezzato quello che ho fatto, così, per caso.Quella dei quadri è stata una genialata, proprio per questo ora si trovano suo social pagine con nomi simili e link scopiazzati.

Come reagisci in queste situazioni? Cosa pensi di chi sfrutta come nel tuo caso l’idea o addirittura il nome?All’inizio un po’ ci sono rimasto male, devo essere sincero. Dopo però ho cercato di razionalizzare ed ho capito che in realtà erano tutti dei complimenti indiretti. Cioè ho iniziato a non vederle come copie spudorate ma come un modo carino per far arrivare questa idea a più persone possibile.

Il successo comunque poi premia i meritevoli ed è ormai una realtà la tua collaborazione con Teetrend, che produce le maglie con le stampe sei “tuoi” quadri. Come è nata questa collaborazione, ti va di parlarne?

Anche questa è nata per caso, dovevo trovare un modo per monetizzare questo fenomeno e insieme a Teetrend abbiamo capito che i miei quadri con la didascalia sotto erano in linea con le loro t-shirts da lì abbiamo creato questa collaborazione e sono felice perché è stato il modo migliore per portare nella realtà qualcosa che è nato su internet.

10291091_1485236115039481_427129260488814929_n

Ogni giorno ricevi centinaia di commenti su tutti i social, non appena posti un nuovo link, che rapporto ai con i tuoi “follower”? 

È un rapporto di totale riconoscenza non smetto mai di ringraziare tutte le persone che hanno cliccato “mi piace” sulla pagina, mai davvero. È solo grazie a loro se questa pagina è diventata quella che è ed io cerco sempre di essere presente anche solo rispondendo ai messaggi, non sempre è facile perché il numero di interazioni è veramente alto ed io sono da solo.

Però cerco di esserci sempre.10177298_1484352855127807_1651984948860907410_n


Il primo quadro che hai “ideato”? Lo ricordi? Per un secondo hai pensato che sarebbe diventato virale ( in pochi mesi ci sono state subito miglia di condivisioni) oppure no?

I primi due quadri che ho creato sono stati “La dama con l’ermellino” di Leonardo da Vinci e “Il bacio” di Hayez, quadri che sono ancora oggi rispettivamente l’immagine di copertina e l’immagine del profilo della pagina. E no, non ho mai pensato che in così breve tempo avrebbero potuto riscuotere così tanto successo. E invece…

Ora ai quadri si alternano i tuoi aforismi,ironici si, ma spesso veri, quello che più ti è riuscito?

Ce n’è uno in particolare che mi piace tanto, credo sia tanto vero ed è applicabile praticamente in qualsiasi campo della vita: 

“Non è mai più facile, si diventa solo più bravi.”

Recentemente hai trionfato alla Festa delle Rete, #MIA come miglior rivelazione 2014, parlaci di questa esperienza! 

Anche questa è stata un’esperienza inaspettata non credevo di vincere nonostante tantissime persone mi dessero per vincitore già da un pezzo.

È stato bello perché mi ha fatto sentire apprezzato anche da persone che su internet ci lavorano sul serio.

  7414_1544952459067846_4333587362653203039_n

Il tuo successo nasce sui Social, dicci un lato positivo e uno negativo di questo incredibile mondo che inutile negarlo, crea anche uniche opportunità !

Ho sempre creduto che i social ed internet in generale siano un mondo in cui funziona ancora la meritocrazia. Sono da sempre innamorato di internet e delle incredibili possibilità che riesce a dare a chiunque voglia mettersi in gioco.

Sui social hai la possibilità di metterti in contatto con tantissime persone praticamente in tempo reale ed è incredibile come si siano dimezzati i tempi, sta diventando anche più veloce di una chiamata perché su internet se posti qualcosa potenzialmente tutto il mondo può vedere quello che fai.
Il lato negativo ovviamente c’è ed è come vengono usati, molto spesso infatti accade che siano usati male. La storia insegna che tutte le grandi invenzioni in grado di rivoluzionare la vita della gente possono essere usati sia in maniera positiva che in maniera negativa.
Per quanto riguarda la mia persona posso dirti che a volte mi rendo conto di essere totalmente assorbito da internet, raramente mi isolo completamente però capita che io perda dei pezzi di vita reale per stare dietro a quella virtuale. Ecco, questo potrebbe essere senza ombra di dubbio un risvolto negativo.1969209_1458723124357447_1637794286_n

Ultima domanda! Un saluto a tutte le #womoms! Ci regali un #Selfie solo per noi?

EC34E311-9969-4EB7-87AF-8D74CDEC28AC

GRAZIE STEFANO PER LA TUA DISPONIBILITA’

soraidaso82

Mamma di due splendidi bimbi che sono tutta la mia vita, Alex e Nicole. Adoro tutto ciò che è social e soprattutto Instagram grazie al quale ho avuto la possibilità di conoscere altre ragazze molto simili a me con le quali mi sono trovata subito a condividere le stesse passioni in fatto di tendenze e moda , perché è questo ciò che siamo: mamme, ma anche donne!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *