“Così vicinissimamente lontano” Jessica, una womoms scrittrice

Ricordate quella foto che avevo postato sul mio profilo Instagram dove aveva davanti a me delle pagine bianche? Ecco, finalmente ve lo posso dire: ho potuto leggere in anteprima un libro di prossima uscita davvero delizioso, tant’è che l’ho letto in una giornata!

Il titolo è “Così vicinissimamente lontano” scritto da Jessica Iatarola, una giovane mamma che è riuscita a realizzare il suo sogno….Bravissima Jess!!!

Vi faccio conoscere un po’ Isabella: uno dei personaggi letterari più umani che abbia mai conosciuto, così vera e passionale…una donna come noi! Nella sua vita, entrano prepotentemente e senza bussare Gianni e Damiano. Il cuore e la mente, il giorno e la notte. L’amore per Isa è sempre stato un percorso spesso accidentato e sconnesso, ma per lei non è mai stato un problema…l’amore rende ciechi, giusto? Niente è troppo, tutto è fattibile..ma fino a che punto i sentimenti possono pilotare la nostra vita a discapito della ragione?

Una scrittura scandita sapientemente da alcune poesie che esemplificano al meglio i pensieri di Isa….stupende!!!

Il tutto è reso possibile dalla scrittura verace di Jessica, che ha questa capacità di farti sentire vicina a lei, partecipe della stesura del libro…qualità rara e nobile in un momento in cui tanti si professano scrittori e sfornano libri alla velocità della luce….vi va di conoscerla?

-Parlaci di te, raccontaci che Womoms sei

Cara Benedetta, bella domanda! Beh, ti dico che Gioia si addormenta a suon di Coldplay, la nostre giornate sono pura musica.
Sono una mamma apprensiva (ma credo sia normale quando lo si è per la prima volta) ma di sicuro un po fuori dagli schemi.

Io e Aldo cerchiamo di educare Gioia alle cose belle della vita, facendole ascoltare ogni genere di musica e vivendo il più possibile nella natura. cerchiamo ogni giorno di stimolare le sue attitudini, rendendola partecipe del mondo e di tutto ciò che ad esso appartiene, tecnologia compresa (sa usare l’ipad meglio di noi!).

è importante inoltre che lei da subito (ha 18 mesi) comprenda cosa le si addice di più anche per quel che riguarda il credo religioso. Nessuna imposizione per lei. Sceglierà se vorrà, quando sarà in grado di documentarsi e quando riterrà opportuno.

Come tutte le donne, vivo e faccio ogni cosa emozionandomi col cuore e l’anima. Mi commuovo molto facilmente ed essendo laureata in storia del cinema amo da morire i vecchi film, specialmente quelli di Chaplin. Per una descrizione dettagliata ti rimando al mio sito www.jessicaiatarola.it dove c’è la mia Bio!

IMG-20141027-WA0004

 

-Sei un’appassionata di libri. Cos’è scattato per farti passare dalla parte opposta della barricata?. Il percorso verso la pubblicazione di “Così vicinissimamente lontano” non sarà stato di certo una passeggiata….hai mai pensato di non farcela? Quanto è difficile per una scrittrice emergente, farsi notare nel mondo dell’editoria?

Si cara, divoro letteralmente libri. Quando ero più piccola immaginavo che sulle copertine dei miei titoli preferiti ci fosse il mio nome al posto di quello degli autori!. 😂 scrivere è sempre stato il mio sogno nel cassetto. “Così vivinissimamente lontano” è costruito su delle poesie ritrovate, che scrissi molti anni fa.

Dopo un inizio deludente, perché ahimè, il mondo dell’editoria è pieno di gente che non sa neanche lontanamente cosa sia la professionalità e aver visto il manoscritto letteralmente derubato e sbeffeggiato, ho avuto la fortuna di incontrare degli artisti a tutto tondo che a breve daranno al mio lavoro una nuova veste e porteranno a “battesimo” “Così vicinissimamente lontano”.

… Ci saranno delle belle sorprese per tutte voi che mi avete già letto cara!.

-Il tuo stile di scrittura è incredibile: sembra di ascoltare le confidenza di un’amica seduta al tuo fianco; quanto c’è di te in Isabella? La storia di Isa e Gianni da dove arriva? Personaggi inventati o raccolti da qualcosa di reale? A quale pubblico è rivolto il tuo romanzo?

Ti ringrazio B! È uno dei complimenti più belli quello che mi hai scritto. Isabella sai, è il mio alter ego, quando scrivo divento lei.

Il messaggio che io e lei vogliamo inviare è che ognuno di noi è legato ad un filo che crediamo sottile ma che invece è più spesso e più forte della realtà delle cose, non possiamo combattere contro la nostra anima e il nostro destino. Ad Isa questo concetto è chiaro che sfugge di mano.

se dovessi descrivere con un unico aggettivo il mio “così vicinissimamente lontano”, lo definirei umano. È fatto di situazioni in cui tutti potrebbero riconoscersi, anche i nostri mariti. I sentimenti, come soprattutto l’amore, non hanno né tempo né tantomeno spazio. Riguardano tutti indistintamente.

Mi chiedi quanto c’è di reale?. Gianni e Isa hanno un trascorso amoroso abbastanza duro, sono stati “perfetti amanti con un cuore grande”… Quella poesia è stata scritta in un momento molto particolare della mia vita… In quella poesia in particolare c’è Jessica. I personaggi se sono reali o frutto della fantasia?… Lascio a voi viaggiare con l’immaginazione… Hihi!!

IMG-20141027-WA0005

 

-Tu sei un’emblema del Womoms power: che messaggio vorresti dare a tutte quelle donne che vorrebbero intraprendere i proprio sogni?

Io sai cara, faccio mia da sempre una frase di Paulo Coelho che suona più o meno così: “quando desideri una cosa, tutto l’Universo trama affinché tu possa realizzarla”. Non bisogna mai e dico mai pensare che qualcosa sia impossibile. Credere sempre in se stessi.

A breve il mio lavoro uscirà in cartaceo e in ebook e avrà presentazioni ufficiali non solo su Roma. La prima ad Albano Laziale il prossimo 29 novembre.

Al momento cara non posso dire di più ma spero tanto che tutte le notizie che darò su Instagram e facebook nelle prossime settimane, mi aiuterete a diffonderle!.

Grazie cara Benedetta!. Siete fantastiche. Un abbraccio forte.

 

Intervista a cura di Benedetta Artusi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *