DALLA CONDIVISIONE VIRTUALE ALL’AMICIZIA REALE: l’emozionante storia di 13 neo mamme 

 Si dice che internet e i social networks creino isolamento, ma questa è una storia diversa, che dimostra il contrario, che spiega il vero significato della parola CONDIVIDERE , in un’epoca in cui è ormai uso comune pronunciarla.
 
Condividere:  SIGNIFICA Possedere insieme; partecipare insieme; offrire del proprio ad altri.
Sono le 23 mentre abbozzo questo post sul cellulare, allattando la mia scricciola di quasi quattro mesi; siamo rientrate da un bellissimo weekend sul lago trascorso insieme ad altre 7 coppie con bimbi della stessa età, e non riesco a togliermi dalla mente un pensiero: “ ..pensa se quel giorno non mi fossi  iscritta al forum” . Infatti è così che inizia la nostra bellissima storia di condivisione, con un’iscrizione alla sezione “mamme del mese di agosto 2014” di un sito internet dedicato alla gravidanza. Una di noi, un giorno, propose  però di fare un gruppo su whatsapp e così 13 donne – future mamme sparse per l’Italia  –hanno iniziato a condividere giorno per giorno dapprima la gravidanza ed ora la maternità.
Abbiamo iniziato nel mese di aprile, nostro quinto mese di gravidanza.. Da allora, non c’è  giorno senza il messaggio del buongiorno  e senza quello della buonanotte; tutto quello che possediamo è condiviso con le altre: le foto degli aggiornamenti pancia, le ecografie dei nostri cuccioli, i panorami dei posti che visitiamo o di quelli in cui abitiamo, i primi corredini, quello che compriamo o che facciamo.  Abbiamo partecipato le nostre gioie, paure, ansie ed emozioni:  l’attesa delle visite, il cambio settimana e il cambio mese,  le ecografie e gli accertamenti importanti, i countdown delle dpp, le notti insonni , le giornate infinite, l’eccitazione delle contrazioni preparatorie, i malesseri di fine gravidanza..i travagli e i parti! I primi giorni con i cuccioli, le visite mensili  pediatriche, i timori del vaccino, i dubbi (lo stress) dell’allattamento , gli ormoni impazziti del post partum,lo sconforto per i chili presi e non ancora persi!  E abbiamo offerto alle altre consigli, supporto morale, rassicurazioni..da come far passare i distrurbi della gravidanza alle complicazioni del post partum , dalla marca di pannolini da provare al baby-shopping da fare, da come gestire le colichette a come recuperare la stanchezza. E che bello (o che sollievo) ogni volta scoprire che anche le altre stanno vivendo la stessa cosa,e che anche gli altri cuccioli hanno gli stessi “problemini” o le stesse “prime volte”.
Il gruppo, ad oggi,  conta 2.115 media condivisi in neanche10 mesi; i messaggi? Impossibili contarli..  forse anche picchi di 400 al giorno.. inclusa le notte. Perché a qualsiasi ora del giorno e della notte c’è sempre qualcuna pronta ad ascoltare, a dare un consiglio o a rispondere ad un dubbio, o semplicemente a parlare (scrivere) del più e del meno. La gioia di una e’ la gioia di tutte , così come l’ansia di una e’ l’ansia di tutte .. E che bello scoprirsi così emotivamente uguali, a commuoverci per ogni minima cosa, a condividere con lo stesso entuisiamo questo avventura!
Con il passare del tempo, infatti, da un gruppo di mamme è diventato un gruppo di Womoms, per cui  abbiamo sentito la necessità di condividere non solo argomenti legati strettamente alla gravidanza/maternità  ma tutto il mondo dell’esser donna, dai pensieri o temi più intimi a quelli più futili: il lavoro, la vita casalinga (ricette di cucina,pulizie domestiche, spesa), la cura di se’ (makeup,moda ,estetica) la vita di coppia e la nuova vita a 3,  proprio come delle vere amiche! E in quanto tali abbiamo sentito fortemente il bisogno di conoscerci personalmente. Così abbiamo organizzato un weekend sul lago di Garda, dove però solo 8 di noi sono riuscite a partecipare.
Ed eccoci tutti insieme, papà inclusi, nell’agriturismo da noi interamente occupato!

rosalia

Come si fa a spiegare l’emozione di incontrare per la prima volta delle persone e (ri)conoscerle benissimo? Ricollegare le espressioni scritte ai gesti , alle voci, agli atteggiamenti? E’ impossibile , bisogna viverlo .. E’ stato come svegliarsi da un sogno ma riscoprirlo al tempo stesso reale!

Abbiamo passato il weekend- oltre ovviamente a messaggiare con le assenti – a rivivere le nostre gravidanze, raccontarci la nostra quotidianità , scambiarci ulteriori consigli , ammirare i nostri cuccioli tutti insieme, a scoprire i papà’ parlare tra loro non solo di calcio (com’era prevedibile) ma anche e soprattutto di pannolini, a raccontarsi i parti dal loro punti di vista e a mostrare come giocano con i cuccioli.  Ci siamo scoperte  così tutte uguali come mamme (e come donne),  a temere il momento del rientro al lavoro, a fantasticare sul nostro futuro! Il momento del saluto e’ stato altrettanto emozionante, ma ci siamo lasciate con la certezza di continuare  la nostra amicizia -ormai non solo virtuale -e con la promessa di incontrarci tutte insieme altre volte.
In foto le womoms: Serena , Noemi, Micol, Tiziana, Patricia, Valentina, Rosalia, Elena.
Un saluto e un bacione enorme alle nostre womoms assenti: Alessandra, Elena, Erika, Gabriella e Valentina (ideatrice del gruppo wa). Con loro l’incontro è solo rimandato!
Ps: dopo questo weekend esiste il gruppo whatsapp “papà di agosto 2014”.. dopo 4 ore il loro gruppo contava più di 100 media condivisi..certo  i contenuti della loro chat all’inizio sono stati tipicamente “maschili”..ma si sono dati la buonanotte con la condivisione dei loro amati cuccioli… tutto merito nostro. Non è forse anche questa la forza delle Womoms?
Rosalia Faso

0 pensieri riguardo “DALLA CONDIVISIONE VIRTUALE ALL’AMICIZIA REALE: l’emozionante storia di 13 neo mamme 

  • 4 dicembre 2014 in 12:24
    Permalink

    Bellissimo articolo!
    Adoro perchè a me è successa la stessa cosa quando ho iniziato a far parte del team The Womoms 🙂
    Ci siamo viste la prima volta tutte (quasi) ad ottobre ma ogni giorno ho il cell intasato di notifiche wapp e parliamo di tutto! Dalle cose importanti inerenti al blog alle cavolate dove ridiamo come matte!
    Voglio loro un gran bene e senza social nn ci saremo mai conosciute!
    Grazie per la vostra testimonianza <3

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *