Il DIDÒ PIÙ PROFUMATO DEL MONDO!

Care Womoms ,
Oggi qui a Milano piove e fa un bel freddo e mi sono detta….il giardino e’ off limits e il parco ormai è un ricordo….piove invece di nevicare e quindi i bambini come li intrattengo?


Allora ,come sempre, ho consultato la mia guida personale di creatività e ho deciso di fare a mano una quantità di DIDÒ degna di una cartoleria del centro di Milano! Avete capito proprio bene! Ho fatto il Didò a mano! Sembra una cosa difficile invece è’ molto semplice e si conserva a lungo se lo tenete nel modo corretto! Quante volte vi siete chieste cosa far fare ai bimbi mentre cucinate , senza dover poi pulire quella che sembra un’esplosione nucleare? Eccovi la soluzione dunque!il Didò e’ un passatempo stimolante e divertente e stimola la creatività e la manualità dei vostri figli….e non da ultimo..udite udite…non sporca!
I vantaggi di questo gioco sono numerosi……scopriamo perché :
Durante tutta l’infanzia il bambino completa la sua maturazione, soprattutto attraverso il gioco. Il gioco permette di esercitare i meccanismi nervosi nelle varie direzioni: movimento, esplorazione, osservazione, immaginazione. Attraverso il gioco il bambino impara ad avere un rapporto con gli oggetti, a toccare, manipolare, strappare, avvolgere. I giochi con l’età diventano sempre più complessi e matura la capacità tipica dell’uomo cioè quella di immaginare. Nei giochi dei bambini è importante che ci siano aspetti manuali, agonistici, emotivi e di progettazione. Le capacità di manualità e di progettazione che si sviluppano attraverso il gioco saranno importanti anche nella vita adulta. E’ fondamentale, durante tutta la fase dell’infanzia, che il rapporto manuale con gli oggetti sia orientato alla scoperta di tutte le possibilità che un oggetto offre e coordinato con l’attività mentale dell’immaginazione e della progettazione di qualcosa. D’altro canto lo sviluppo delle facoltà mentali è strettamente legato all’esplorazione manuale. Il bisogno di gioco, come di un’attività che suscita l’interesse , la motivazione e il coinvolgimento di vari aspetti di sé, permane anche nella vita adulta. Il bisogno di relazionarsi agli oggetti non solo per la loro utilità e funzionalità, ma anche per il rapporto creativo che è possibile stabilire con loro, è un bisogno fondamentale anche nell’adulto, che è spesso frustrato e non riconosciuto.
Dunque sarà fondamentale dare ai vostri figli lo stimolo alla creatività e alla manipolazione degli oggetti al fine di stimolare la loro curiosità e la loro capacità di relazionarsi all’altro(che sia oggetto o persona non cambia).

Detto questo quindi dovreste essere curiose e anche di sapere come creare questa pallina così malleabile è così magica allo stesso tempo perché non sporca anche se ridotta in mille pezzettini all’apparenza appiccicosi.
Questa ricetta oltretutto è completamente naturale e quindi anche edibile (in caso fosse ingerito non vi sarebbero problemi)!
La ricetta in se’ e’ velocissima e molto semplice…..
Unico tasto un po’ dolente è che vi dovrete recare in farmacia per comprare il CREMOR TARTARO! Attenzione perché senza questo ingrediente non verrà il Didò !

Allora vi riassumo gli ingredienti:

1TAZZA DI FARINA BIANCA OO
1TAZZA DI ACQUA NATURALE
1/2TAZZA DI SALE FINO
1CUCCHIAIO DI OLIO
1CUCCHIAINO DI CREMOR TARTARO
2BUSTINE DI VANILLINA PER DOLCI(facoltativo)
COLORANTI ALIMENTARI A SCELTA(facoltativo poiché è bello anche bianco)

IMG_0256.JPG

Come coloranti potrete utilizzare anche lo zafferano o il cacao o la curcuma…..sappiate solo che poi avrete anche un profumo legato alla Spezia utilizzata (mai usare curry o spezie piccanti)

PROCEDIMENTO:

Mischiare tutti gli ingredienti in un pentolino antiaderente fino a eliminare tutti i grumi e accendere il fuoco.

IMG_0255.JPG

Mescolare fino a che si formerà una palla di composto (come la ricetta per i Bignè ) e a quel punto togliere dal fuoco e lavorare il composto con le mani(stando attente a non scottarvi!

2015/01/img_3872.jpg

Lasciare raffreddare il Didò anche in una ciotola di vetro coperta da uno straccio et Voila’ , avrete il vostro Didò !

2015/01/img_3873.jpg

BUON DIVERTIMENTO!
Accortezze per la conservazione: CONSERVARE IN UN RECIPIENTE DI VETRO PREFERIBILMENTE CON COPERCHIO COSÌ CHE NON VENGA A CONTATTO CON L’ARIA

E ADESSO GIOCHIAMO!

2015/01/img_3883.jpg

annina85

Mamma di Orlando Antonio dal 7 settembre 2016 amo i bambini e tutto ciò che li riguarda...amo fare la mamma e coccolare il mio compagno con mille attenzioni. Vivo la mia vita da Paperino cercando di darle un senso e ridendoci su senza troppi pensieri!

0 pensieri riguardo “Il DIDÒ PIÙ PROFUMATO DEL MONDO!

  • 14 gennaio 2015 in 18:12
    Permalink

    Carino!! 2 note personali: 1) lo zafferano costa un occhio!!! Non lo userei per il didó, con tutto il bene che gli voglio!! 2) come si ciamerà in bulgaria il cremor tartaro?! Se riesco a trovarlo, guardate, ve lo dico!!! :D!!!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *