FOTOGRAFA di moda per passione, mamma per amore: la famiglia multietnica e moderna di Haiyan.

Ci sono persone che hanno così tanta forza e determinazione per cambiare il proprio destino. Oggi vi presentiamo Haiyan, la nostra nuova collaboratrice.

Sono Haiyan, ho 23 anni, sono cinese e vivo a Milano con il mio compagno Luciano e Chloe ( mia figlia di 2 anni). Ho raggiunto i miei genitori a Milano 16 anni fa, con le mie due sorelle e mio fratello, tutti più grandi di me.  Ho sempre creduto che la mia vita sarebbe stata come quella di tutte le ragazze cinesi ovvero sposarmi a 20 anni con un ragazzo cinese, aprire un bar, un ristorante o un negozio qualsiasi  e fare dei figli, x questo non ho mai avuto ambizioni o sogni, non mi sono neanche mai posta il problema di cosa avrei fatto da grande, fino a quando non ho incontrato Luciano, mio compagno da 5 anni.

IMG_0360ok

DSC_7230

DSC_7301b

DSC_3552

Non ho mai avuto la mentalità ristretta e campagnola dei miei genitori e questo è sempre stato un motivo di lite con loro. Al contrario dei miei fratelli mi sono diplomata.  All’inizio dell’ultimo anno delle superiore ho deciso che avrei voluto fare la fotografa, avevo assistito grazie a Luciano ad un paio di servizi fotografici di moda e ne sono rimasta da subito affascinata. Così all’ultimo anno studiavo  la mattina ed appena finivo correvo a scattare, insieme a Luciano. Arrivavo a casa la sera tardi, stanchissima, ma il mio unico pensiero era mettermi a lavorare sulle fotografie appena scattate.

DSC_3232

IMG_0339

I miei genitori non avrebbero mai approvato il mio rapporto con Luciano e per questo motivo ho nascosto la nostra relazione per 3 anni, fino a quando non rimasi incinta. In un primo momento decisi di non dire nulla a loro almeno fino a quando il mio corpo mi avrebbe permesso di tenerlo nascosto. Credo però che mia madre si fosse accorta …le mamme sanno sempre tutto! Entrata nel quinto mese, mi fu impossibile tenerlo nascosto… il mio corpo stava cambiando e la pancia pronunciata mi tradì. Ebbi una forte discussione con i miei genitori e alla fine preferii andare via di casa. Per i miei genitori ero diventata fonte di vergogna e non avrebbero mai accettato il mio rapporto con Luciano, era italiano e soprattutto aveva 19 più di me.
Così, mi sono trasferita a Genova da Luciano, ma tornavamo spesso a Milano per cercare casa. Entrai nel settimo mese e finalmente trovammo il nostro piccolo nido.
Sono fiera del fatto che facciamo quello che amiamo, anche se il mondo della moda, a volte non è il massimo.

IMG_0365

IMG_0382

La nascita di Chloe mi ha permesso di riavvicinarmi a mia madre, non so se sono riuscita a dimenticare quello che ho passato ed a perdonarla totalmente, ma va bene così. Nella mia famiglia non esistono scuse, abbracci, baci, carezze o dirsi “ti voglio bene”. Bisogna ascoltare i genitori e basta, io sono qui da 16 anni, sono cresciuta con la cultura italiana, la sua manifestazione d’amore in ogni sua forma. In Cina non è così ed i cinesi sono molto legati alla propria cultura, ad esempio non ho mai visto i miei genitori darsi un bacio. È così che vedo gli italiani: CALOROSI, è questo che mi ha insegnato l’Italia, essere affettuosa e dimostrare l’amore e il bene che si vuole ad una persona. Io mi sento italiana, non rinnego le mie origini, ma purtroppo so poco o niente della Cina, ci sono tornata solo una volta a 11 anni, sono rimasta in casa un mese con l’aria condizionata perchè era agosto e non si poteva respirare fuori. So parlare il cinese ma penso in italiano. Cerco sempre di parlare in cinese a Chloe, ci tengo che lo impari, è importante essere bilingue, penso che le darà una marcia in più.

IMG_0237

 

IMG_0360 1

IMG_0330 1

Chloe è una bambina molto, molto vivace ed è nella fase dei “terrible two” da qualche mese. A volte mi esaspera ma quando vado al parco e altre mamme mi dicono che non è l’unica a dire sempre NO o fare capricci mi tranquillizzo un po’.
Penso che il senso di protagonismo di Chloe sia colpa nostra e del nostro lavoro. Da quando è nata, la portiamo con noi al lavoro, quindi è da quando è nata che vede modelle o semplici ragazze posare davanti al muro bianco, e quando piagnucolava mi giravo con la macchina in mano e lei sorrideva, sapendo di essere ripresa, tutte le foto che ho di lei da quando è piccola, lei guarda dritta nell’obiettivo. Un giorno mentre eravamo in un atelier da sposa a parlare con una cliente, all’improvviso va al muro e sta ferma, io non capivo all’inizio ma poi ho capito, voleva che le facessi una foto, da li, ogni volta che le metto qualcosa e le dico “che bella!” Corre al muro per farsi fotografare. Da qui sono iniziati gli scatti ai suoi outfit.

IMG_0149

Da poco, io e Luciano abbiamo deciso di aprire un Blog. Dove i protagonisti siamo noi 3, la nostra FAMIGLIA. Una famiglia super moderna e digitale. Chloe è più brava di me a usare l’iPhone. Non vogliamo dire agli altri come vestirsi ma solo mostrare quello che piace a noi, la moda secondo noi, e ci piace proporre nuovi brand (spesso anche stranieri), sopratutto brand che possano vestire tutta la famiglia, anche se è una ricerca non facilissima! Ovviamente la figura di Chloe spicca sempre, spicca perchè è una bambina e perchè nelle foto fa morire dal ridere. Le foto sono fatte nel quotidiano, non sono mai forzate, anche perchè quando Chloe dice NO è NO.

IMG_03

 

 

IMG_0288

DSC_1297

IMG_0078 1

DSC_1268

 

Adesso ho un nuovo sogno, vorrei iniziare a fotografare bambini… spero capiti presto qualche bella occasione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *