FAVOLE, FAVOLE E ANCORA FAVOLE

Come ormai avrete capito, preferisco acquistare una borsa in meno, ma qualche libro in piú (eccezione fatta per l’e-shop di Sweetascandy….il mio nuovo luogo della perdizione) e questo mese piú che mai, ho rispettato questo credo.

Complice il quadro clinico di Matilda che ci impronte parecchio tempo in casa, ho dato sfogo al mio amore nel reparto letture per i piú piccoli. Se poi ci aggiungiamo 2 titoli della Casa Editrice Babalibri, devo dire che questo mese, abbiamo fatto il pieno!


Ultimamente mi sto orietando verso libri “interattivi”. Per intenderci, vi porto alcuni esempi:

I Tre Porcellini: porte da aprire, ceppi di legno da contare, case da costruire e frutteti da colorare. Oltre alla lettura, non mancano mai pastelli o pennarelloni.

Disegno con le dita: ho postato su Instagram una foto di questo libro. Tramite delle spugnette impregnate di colore, usiamo i polpastrelli per creare e colorare. ( e grazie al libro di Babalibri dal titolo “Cinque piccole dita”, i nomi delle dita non hanno piú segreti per noi!)


Alla fattoria: un libro che si trasforma in un’area edificabile; le pagine poi, sono piene di formine in cartone per costruire e creare la nostra fattoria.

Oltre a questi libri, punto anche titoli che possano insegnarle qualcosa, per quanto poi ogni storia le vada spiegata con esempi adatti a lei. Come titoli, vi consiglio:

La regina dei baci: per ricordare alle nostre bambine che per quanto una mamma possa essere indaffarata, sarà sempre la al centro del suo mondo.

Pinky la cucciola piú rosa del mondo: per insegnare che, seppur diversi, sotto sotto siamo tutti uguali. Niente pregiudizi, nè cattiverie.
Ho acquistato anche il libro dell Strega Rossella. Matilda l’ha scoperto durante la permanenza in ospedale, era la nostra favola del buonanotte e abbiamo voluto mantenere questo rito che a casa.

Non mancano certo favole di ricci curiosi, avventure in pasticceria con Fragolina Dolcecuore, libretti di Masha e l’Orso e chi piú ne ha, piú ne metta.

Ah, ve l’ho detto che ho acquistato una nuova borsa ed è fantastica, perché c’è spazio anche per i libri di Matilda?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *