INSIDE OUT : UN VIAGGIO NELLE NOSTRE EMOZIONI

image

“Andiamo al cinema a vedere Inside Out stasera”?
“E me lo chiedi”??

Io amo letteralmente i cartoni animati e quando posso me li guardo anche in tv.
Alla mattina su qualche canale minore trovo quelli dei miei tempi: Creamy, Gigi la trottola, Carletto principe dei mostri.. Che nostalgia, sarà ma io trovo molto più belli i vecchi old school anni 80. Pian piano diventiamo anche noi come i nostri genitori alla fine: “quando ero giovane io la musica era più bella” e bla bla bla.. Si, sta succedendo anche a me!

image

Ma questo non succede con i lungometraggi, li amo tutti!
Ieri sera con mia sorella sono stata al multisala a vedere l’ultimo lavoro Disney Pixar INSIDE OUT.
Sinceramente non sapevo che trama avesse, mi aspettavo un cartone animato divertente ma niente più, e invece devo dirvelo.. Ho pianto tantissimo!
Niente di derivante dagli ormoni della gravidanza, ma a parere mio questo è un film quasi quasi più per i grandi, che per i piccoli.
Credo che i pochi adulti presenti in sala abbiano fatto delle considerazioni profonde durante la proiezione!
Io per prima.

Gioia, Tristezza, Paura, Rabbia e Disgusto.

Le emozioni della vita, le emozioni che prendono il via dal primo vagito di Riley, un ricordo di Gioia. Il suo primo ricordo in assoluto!

image

Gioia nel corso del tempo cercherà di immagazzinarle più ricordi belli possibili, e cercherà di far si che soprattutto Tristezza non li “contamini”; perchè la sua bambina deve essere sempre e solo felice.

E la Famiglia, con tutti i valori che ne derivano, ecco il perno del film.
Mamma e Papà la amano, io avevo già gli occhi lucidi nel vedere la piccola che con loro pattinava sul ghiaccio, che correva con il sederino di fuori e le mutandine in testa.. E mi chiedevo se mai riuscirò anch’io a dare cosi tanta serenità alla mia bambina che sta arrivando, se riuscirò a evitarle di soffrire e se riusciremo ad essere una famiglia unita per sempre.
Mi guardavo attorno e provavo ad immaginare anche quanti di quei bambini e ragazzi seduti vicino a me vivessero ancora con mamma e papà, o fossero felici e soddisfatti della vita che pian piano andava loro incontro.
Mille domande a cui è difficile dare una risposta.

image

E Il film continua. Riley cresce, ha creato le sue passioni, le sue amicizie e la sua personalità allegra e pacata.
Ma poi ecco che accade qualcosa: la Famiglia si trasferisce in un’altra città. Per una ragazzina di 11 anni è una cosa difficile da gestire ma grazie a Gioia inizialmente riesce a stare vicina ai suoi genitori senza appesantirli anche con i suoi piccoli crucci.
Le manca l’hockey e le mancano tanto gli amici.

image

E succede qualcosa: Tristezza contamina un ricordo felicissimo, un ricordo base, importantissimo.
E da qui in poi si susseguiranno una serie di eventi che cambieranno per sempre il loro e il nostro modo di vivere le nostre emozioni.

image

Ma non vi racconto di più per non guastarvi la visione.
Devo dirvi solo che vi farà sorridere, commuovere e riflettere. Mi ha dimostrato che la vita è fatta di tutte tutte le emozioni, la ricerca della felicità unica e assoluta può portarti a perdere di vista la realtà.. Perchè il sole viene sempre fuori dopo una tempesta: é dopo una litigata furiosa che fare la pace emoziona di più, è con le piccole sconfitte che si creano le grandi vittorie, è dagli sbagli che si impara a crescere.

image

Ricordatevi di mettere un pachettino di fazzoletti in borsa quando andate al cinema! Io non ce l’avevo, vi lascio immaginare quando si sono accese le luci.

A presto!!

alessiabeghetto

Mamma da pochi mesi di Olivia Amabile e felicemente moglie. Amo fare dolci e amo Molly la nostra labradorona che ha dato il via alla nostra piccola famiglia quattro anni fa. Blogger per caso, chi l'avrebbe mai detto che mi sarebbe piaciuto così tanto scrivere?!

0 pensieri riguardo “INSIDE OUT : UN VIAGGIO NELLE NOSTRE EMOZIONI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *