A VOLTE (PER FORTUNA) RITORNANO

Amo rileggere i libri. Zia Mame ad esempio, é finito tra le mie mani 4 volte e Pomodori Verdi Fritti, bazzica in zona da almeno 10 anni. Il Canto di Natale di Dickens é d’obbligo ogni Natale e Mary Poppins é la giusta cura ai momenti no.
Libri come terapia, tuffo nel passato, canale d’emozioni…CHE MERAVIGLIOSO MONDO É IL LIBRO!


Sono una divoratrice di libri da quando ho memoria; ho sempre letto tanto e di tutto e ancora adesso, adoro leggere vecchie favole a Matilda. Alcuni libri arrivano direttamente dagli anni ’70/80; ricordi d’infanzia miei e di mio cugino.

Una trilogia in particolare mi ha sempre affascinata: I Manuali delle Giovani Marmotte. Erano libri da grandi, per bambini avventurosi alla scoperta del mondo. In realtà bastava fare una tenda in giardino per sentirsi degli esploratori, ma nella mia testa di bambina di 7/8 anni, erano davvero dei manuali indispensabili. Una cosa però era chiara: SONO MANUALI DA MASCHI.PUNTO.

Poi gli anni sono passati,i libri vecchi sono stati accantonati per fare spazio a nuovi generi, a nuovi titoli.Potete immaginare quando la casa Editrice Giunti, ha ristampato il primo volume del Manuale delle Giovani Marmotte prima, e le ricette di Nonna Papera poi….GIOIA INFINITA! Avrei voluto abbracciare ogni singola persona che lavora per Giunti, mi sembrava d’essere tornata indietro nel tempo e sono riemersi un sacco di ricordi e bellissimi momenti.

?;

Ci siamo divertite un mondo io e la mia Piccola Lettrice a leggere, scoprire, imparare tutto quello che c’é da sapere sulle esplorazioni (l’idolo di casa nostra é Dora l’Esploratrice e quindi dobbiamo essere preparatisssssssime in materia). Quando siamo arrivate alle ricette…..beh il pancino brontolava, l’ora della merenda era vicina….cosa potevamo fare se non cucinare?

Processed with VSCO

Così ho potuto sperimentare per la prima volta una delle prime ricette del libro: la focaccia dolce. Non potete capire la bontà!!!
Non avevo il grembiule rosso e bianco con la quale mi ero sempre immaginata, ma é stato bellissimo lo stesso. In cucina c’eravamo io, Matilda ed una piccola me…..la magia dei libri…incredibile vero?

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *