HAPPY THANKSGIVING: LA RICETTA DELLA TORTA DI ZUCCA

IMG_3963

Se è stata la protagonista assoluta del mese di Ottobre (come avrete anche letto nel mio precedente articolo), nel mese di Novembre, la zucca, continua a fare la sua bella figura, non solo come decorazione autunnale semplice e raffinata, ma anche e soprattutto a tavola. Quando mi è stato chiesto di scrivere una ricetta del pranzo del Thanksgiving ho pensato subito alla pumpkin pie, la torta di zucca. C’è un problema però: io non so fare i dolci. O meglio, non ho mai acceso il forno in tutta la mia vita (sì, avete capito bene!) e non mi pare il caso farlo proprio adesso. Così mi sono fatta venire un’idea: ho chiesto alla mia amica italo-americana Saverina Porto, di preparare la torta per me e per voi. Lei, carinissima come sempre, ha accettato con piacere. Ecco allora di seguito la sua ricetta.

IMG_3160

Per la CROSTA

Ingredienti

350 gr di farina

45 gr di zucchero granulato

5 gr di sale

225 gr di burro freddo, non salato, tagliato a pezzetti

120 ml di acqua ghiacchiata

Direzioni

Unisci la farina, lo zucchero, e il sale nell’impastatrice.
Sbatti a bassa velocità per mescolare bene. Aggiungi il burro freddo, mischia finché il burro non diventa della dimensione di piccoli piselli con il misto di farina.
Con il mixer acceso, lentamente aggiungi l’acqua fredda finiché l’impasto non è pronto e ben mischiato.
Trasferisci l’impasto su un piano da cucina leggermente infarinato, lavorandolo ancora una volta per amalgamare bene.

IMG_3173


Dividi l’impasto in due parti, appiattisci le due parti leggermente, avvolgile nella pellicola e lascia riposare in frigorifero per 2-3 ore prima di utilizzarle.

Quando sono pronte all’uso, stendere una parte dell’impasto in modo da adattarsi alla teglia della torta.

Trasferisci la torta nella teglia desiderata (meglio se tonda) e decora i bordi a piacimento.

IMG_3265

Fai dei buchi alla base della torta. Cuoci in forno per 25-30 minuti finché la torta sarà leggermente dorata. Togli dal forno e lascia raffreddare prima di riempire. Se usi una ricetta per il ripieno che ha bisogno di essere cotto, cucina con quella particolare ricetta.
L’altra parte d’impasto tienila avvolta nella pellicola e usala entro una settimana, se conservata in frigo o entro due mese se tenuta nel freezer.

 Per la FARCITURA:
150 gr di zucchero granulato
5 gr di cannella in polvere
3 gr di sale
3 gr di zenzero in polvere
1 puntina di chiodi di garofano in polvere
2 uova grandi
1 barattolo ( circa 1/2 kg ) di purea di zucca Libby’s
1 barattolo ( circa 350 ml ) di latte evaporato della marca Nestlé Carnation
1 disco di pasta frolla cruda già pronta e preconfezionata in un contenitore di alluminio dal diametro di circa 28cm

Preparazione:
In un contenitore mischiate zucchero, cannella, sale, zenzero e chiodo di garofano in polvere.
Sbattete le uova in una ciotola a parte. Aggiungete la purea di zucca e il mix di spezie e mischiate fino ad ottenere un composto omogeneo.

Picture (2)
Incorporate gradualmente il latte evaporato, poi versate il tutto nel contenitore di pasta frolla.

IMG_3273
Cuocete la torta in forno a 220 gradi per 15 minuti. Abbassate la temperatura a 170 gradi e cuocete per altri 40 – 50 minuti o finché un coltello inserito al centro viene fuori pulito.
Lasciate raffreddare su una gratella per circa 2 ore dopodiché servite immediatamente o refrigerate.
Accompagnate con panna montata prima di servire.

Ringrazio ancora Savarina per la ricetta e le foto. Senza di lei questo articolo sarebbe stato davvero molto diverso. Grazie a voi per essere passati di qui. Aspetto di vedere le vostre torte di zucca.

Happy Thanksgiving Day!

unaromanainamerica

In USA per amore, nel mio blog racconto di me e della “mia America” (e di tanto altro ancora), mentre qui per TheWOMOMS parlo degli americani, delle loro tradizioni e abitudini. Amo l’autunno, Instagram e mio figlio Roman (non necessariamente in quest’ordine). Sogno Parigi, che come dice qualcuno che mi conosce bene, è la città che mi assomiglia di più. Magari un giorno scoprirò se è vero. Blog personale: www.unaromanainamerica.com

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *