TUTTI PAZZI PER IL COLOURING

 

IMG_8908 (1)

Avete mai sentito parlare del COLOURING per adulti? In parole povere dell’Arte del colorare! Nulla di nuovo direte.. ed effettivamente è proprio così. Sta di fatto che però in questi ultimi tempi è diventato un vero e proprio fenomeno, una moda contagiosa che coinvolge principalmente il mondo femminile e che molti definiscono come una tecnica di meditazione ed una terapia anti stress .

Se fino a qualche tempo fa colorare era considerata un’attività ludica per bambini, oggi non è più così. Anche noi grandi possiamo farlo utilizzando dei meravigliosi libri prestampati che ormai riempiono gli scaffali di ogni libreria che si rispetti e che si possono acquistare anche online. Non mi stupirebbe se da qui a poco li potremo trovare anche dal dentista o in qualche noiosa sala d’attesa!

Ma colorare aiuta davvero a migliorare l’umore? Pastrocchiare con i pennarelli allontana lo stress oppure è l’ennesima trovata pubblicitaria delle case editrici per lanciare nuovi prodotti e tendenze? Non saprei darvi la risposta in merito. Credo semplicemente che se ai bambini piace così tanto colorare un motivo ci sarà e se questo ci permette di trovare una piccola pausa da quelli che sono i mille pensieri ed impegni quotidiani, allontanandoci un po’ da ansie e preoccupazioni direi che non c’è nulla di male a farlo!

colouring1

Tutto è iniziato in Francia dove l’editore Hachette ha lanciato sul mercato una collana di colouring book per adulti riscuotendo un successo pazzesco, fenomeno che da lì a poco si è presto diffuso in tutta Europa. Se vi ho incuriosito, vi consiglio di fare un giro in libreria. Troverete sicuramente il colouring book che fa per voi.. Nostalgici, intellettuali, vintage, modaioli sono solo alcuni dei tanti temi proposti dalle case editrici. Tra gli autori più noti c’è J. Basford, bravissima illustratrice scozzese che ha scalato le vette delle classifiche con i suoi quaderni da colorare. L’ultimo suo lavoro, ispirato alle profondità marine e alle creature che ne fanno parte, “L’oceano delle meraviglie”, è davvero incantevole, a tratti sofisticato ma sopratutto originale. Personalmente preferisco di gran lunga questo genere di book ai mandala che invece raffigurano forme geometriche molto elaborate ma pur sempre forme geometriche .

Affascinata da questo fenomeno dirompente, per una come me che è cresciuta con la matita in mano, ho immaginato di creare una illustrazione in bianco e nero e, coinvolgendo le mie amiche The WOMOMS ( che ringrazio di cuore per la loro partecipazione), si è creato una sorta di gruppo di colouring virtuale.

Valeria @valepifi trova questa attività divertente e rilassante: “Scegliere gli abbinamenti di colore è la parte che preferisco. Ho anche scoperto che preferisco i disegni come il tuo a quelli astratti. Colorare una scenetta di vita quotidiana, qualcosa di reale, mi stimola ancora di più! ”

Francesca @lasottilelinearosa ha coinvolto con la sua inesauribile voglia di fare e sperimentare il suo piccolo Alessandro nella scelta di alcuni pastelli: “Ero tutta concentrata e mi divertivo, cercavo di colorare bene, volevo trovare un bel mix di colori, volevo qualcosa di super colorato, super allegro…un po’ come vedo io la vita: a colori!”

vale3
foto di Valeria @valepifi
foto di Francesca @lasottilelinearosa
foto di Francesca @lasottilelinearosa

Michela @impastastorie attraverso il colouring ha ritrovato il suo lato artistico che credeva di non possedere più. Ha persino dato un tocco personale al disegno inserendo magistralmente sullo sfondo la meravigliosa ed imponente Tour Eiffel: “Il profumo delle matite appena temperate, la felicità di vedere il disegno trasformarsi poco a poco e tingersi di rosa, celeste e verde acqua… Grazie di cuore Claudia per aver risvegliato quella voglia di disegnare e di colorare chiusa nel cassetto dei ricordi. E’ stato bellissimo… Come succede per chi non va in bici da anni devo riprenderci la mano, ma dopo la prima pedalata tutto diventa piú semplice!”

michi Untitled
foto di Michela @impastastorie

Marica @maricaferillo non prendeva in mano i colori dai tempi delle medie ma si è subito lanciata con la sua indiscutibile eleganza in questa attività nuova e divertente: “…credo che da ora in poi colorerò più spesso! Il tuo disegno mi rispecchia a pieno. Sembrava di colorare un mio pomeriggio; io con lo chignon a bere tea con Raffi che mi tira la gonna perché vuole salire in braccio e rubarmi un pasticcino!”

foto di Marica @maricaferrillo
foto di Marica @maricaferrillo

Marta @martymammy ha scelto una bella giornata primaverile ed un pomeriggio al parco con i suoi piccoli per divertirsi insieme a loro in totale relax a contatto con la natura: “Mi hai dato l’opportunità di passare uno dei primi pomeriggi di sole in modo diverso… Si sentivano solo gli uccellini e c’era una strana calma… È vero colorare rilassa e bisognerebbe prendersi più tempo per fermarsi a farlo, la mente si libera e i pensieri fluiscono. …I bambini si sa hanno bisogno di colorare, ma sicuramente condividere questo momento con genitori attivi che a loro volta colorano è un esempio e un insegnamento positivo.”

marta collage
foto di Marta @martymammy

Ma il colouring non deve necessariamente piacere a tutti e non a tutti rilassa. Anzi in alcuni casi si ottiene l’effetto opposto. Molte volte può dipendere anche dalla scelta dei colori. Se posso darvi un consiglio, nel caso in cui vi piacciano i pastelli, evitate quelli con mine dure. Non vi permetteranno di giocare con le sfumature e le sovrapposizioni e quindi, invece che trovare relax e benessere, finirete con l’innervosirvi rischiando di buttare via tutto dentro la prima pattumiera disponibile!!

ale
foto di Alessandra @mrsbraghelli

Alessandra @mrsbraghelli ha scoperto proprio questo: “Mentre la maggior parte delle persone sostiene di rilassarsi colorando, invece io mi sono stressata. Lo so, non sono normale, ormai non mi stupisco neanche più. Saranno stati i colori che non valevano niente, o non lo so ma ho capito che questo hobby non fa per me. Un altro tentativo lo farei. Con nuovi colori!”

Elena @reeventi, convinta di non possedere grandi doti artistiche, inizialmente ha concentrato la sua attenzione più sulla paura di combinare pasticci che sull’idea di divertirsi: “Ma poi.. tutto è apparso più bello, dolce, delicato e..allegro!! Partendo da un disegno in bianco e nero, tutto piano piano ha preso sfumature e luci diverse, accendendo belle emozioni anche dentro di me. Consiglio a tutti un po’ di buon sano colouring..la vostra anima ringrazierà!!”

Infine Francesca @frackomina che nonostante i suoi mille impegni da mamma a cinque stelle (e non vi nascondo che secondo me lei ha davvero dei super poteri!), ha partecipato con entusiasmo e grande energia: “E’ stato bello colorare, mi è sembrato di tornare indietro a quando ero bambina. Il disegno mi ha riportato alla mente attimi di vita con mia madre…Voglio finirlo e incorniciarlo.. mi è piaciuto un sacco”.

elena reeventi
foto di Elena @reeventi
frack
foto di Francesca @frackomina

Quello che posso dirvi sul colouring è che non è una terapia anti stress, ma ha certamente degli effetti terapeutici perché il più delle volte ci fa rilassare, portandoci un po’ indietro nel tempo e facendo riemergere quella spensieratezza tipica dei bambini che pensavamo di non possedere più; non è una tecnica pittorica ma stimola la voglia di imparare a conoscere l’arte più da vicino; è un hobby e come tale ci permette di evadere con la mente concentrandoci su altro; non è una forma di arte-terapia, perché per quello sono necessarie delle figure professionali ed un lavoro che va ben oltre la semplice voglia di colorare; senza dubbio è un modo per trovare concentrazione se si fa da soli; in compagnia invece ci stimola ad interagire con gli altri condividendo un interesse comune. Infatti esistono dei veri e propri gruppi di colouring. E’ un’attività ricreativa, trend e sopratutto cheap, sostenuta più dalle donne che dagli uomini perché probabilmente più ansiose e più attente ad ascoltare le proprie esigenze interiori.

In conclusione, considerando che i benefici sono molteplici, vi consiglio di provare questa esperienza anche per pura curiosità, come ho fatto io stessa e le mie amiche The WOMOMS, scaricando l’ illustrazione che troverete  qui sotto. Pertanto non vi resta che armarvi di pastelli o pennarelli, allontanare per un po’ la mente dai tanti pensieri e immergervi in questa allegra attività ricreativa fatta di colori ed infinite  sfumature!!

Scarica QUI il tuo COLOURING

IMG_8880

 

fattoconilcuore

Io sono Claudia... una mamma ed una moglie in continua evoluzione e in tutto ciò che faccio e che penso ci metto il cuore! Handmaker e illustratrice, sono riuscita a trasformare le mie passioni in un vero e proprio lavoro. Mi piacciono i film struggenti e la moda anno '50.Mi vesto quasi sempre di nero, ma coloro la mia vita con le tinte pastello ed i pois,ciò che più amo al mondo è giocare e pasticciare insieme al mio Riccardo!

9 pensieri riguardo “TUTTI PAZZI PER IL COLOURING

  • 13 aprile 2016 in 8:34
    Permalink

    Claudia che bel post!!!Condivido ogni parola,a me colorare piace tanto,mi rilassa e mi tranquillizza…Brava!E poi che bello essere tutte insieme nello stesso post!

    Risposta
    • 13 aprile 2016 in 9:35
      Permalink

      hai proprio ragione Vale… trovare un modo per rilassarsi è importante… essere qui tutte insieme ha reso questo post speciale!!!

      Risposta
  • 13 aprile 2016 in 8:44
    Permalink

    Che meraviglia Claudia. .. post stupendo! Sei favolosa♥

    Risposta
  • 13 aprile 2016 in 11:24
    Permalink

    Bellissimo esperimento e bellissimo post. Molto felice di averne fatto parte. Grazie Claudia di averci coinvolto! Baci

    Risposta
    • 13 aprile 2016 in 15:59
      Permalink

      Grazie a te Ale ! sei stata un tesoro come sempre!!!

      Risposta

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *