UNA SCRITTRICE GENIALE

Per 101 motivi diversi, ho impiegato tanto tempo a finire questo libro. Lavoro, Matilda in vacanza poi in ospedale, la testa da un’ altra parte….insomma, ho accantonato a malincuore la lettura per pensare e vivere altro.
Ma ho amato follemente questo libro!!!! È stato il compagno perfetto per questo periodo. Discreto ma potente. Facile intuire perché questa misteriosa scrittrice, o scrittore, sia stata/o inserita/o tra le persone più influenti del 2016 dalla rivista Times. Sarà per l’alone di mistero che la/lo circonda, per questo ciclo di quattro libri che ormai sono un fenomeno letterario mondiale o per tutte e due le cose ma sta di fatto che un libro cosi è difficile da trovare.

image
È una fotografia in movimento di una Napoli a cavallo tra gli anni ’50 e ’60 con i suoi usi, le sue consuetudini. Rioni, faide famigliari, amori e dissapori. Una cornice quotidiana per un libro straordinario!
Il fulcro di questo libro è l’amicizia, vera, piena di passione. Sempre presente, complice, quasi ossessiva.
Amo a prescindere l’idea di una saga: da l’impressione di una presenza costante, di una crescita parallela tra me ed il libro…. E dato che quando si parla di saghe, si pensa subito al tema fantasy, sono davvero entusiasta di trovare una serie di romanzi strutturati in sequenza.
La scrittura poi è davvero fenomenale!!! Cercherò di spiegarla ma credetemi: nessuna parola potrà mai farvi percepire al meglio la reale portata di questo libro. Allora; questa prima parte è scritta quando le protagoniste, Elena e Lila, sono da prima bambine e poi adolescenti. Nel modo di scrivere traspaiono l’innocenza e la sensibilità che solo in quella fase si posso percepire. E nella parte finale, quindi 15enni, irrompe l’arroganza dell’adolescenza serbando sempre quel sentimento nascosto ma che fa di una ragazzina una bambina; la paura.

Questo libro è un’occhio indiscreto tra le pagine di un diario. Quello di Elena, che racconta il suo rione, la,sua Napoli rinchiusa tra le 4 mura domestiche. Affamata lettrice di libri e studentessa modello, si confronta sempre e comunque con Lila, amica, quasi sorella, la cui visione della vita cambia con io passare delle stagioni. Anima irrequieta, pretende di trovare il suo posto nel mondo, la sua emancipazione quando ancora questa parola, nella vita di una donna, era utopia.
Gli anni passano, l’amicizia non puó che fortificarsi. E sarà proprio questa base solidissima ad aiutare le due ragazze nella vita di tutti i giorni. Vita meschina e a volte tiranna, che circonda la loro piccola grande Napoli.
Vi trascrivo la trama e poi passiamo alle conclusioni:
“Il romanzo comincia seguendo le due protagoniste bambine, e poi adolescenti, tra le quinte di un rione miserabile della periferia napoletana, tra una folla di personaggi minori accompagnati lungo il loro percorso con attenta assiduità. L’autrice scava nella natura complessa dell’amicizia tra due bambine, tra due ragazzine, tra due donne, seguendo la loro crescita individuale, il modo di influenzarsi reciprocamente, i buoni e i cattivi sentimenti che nutrono nei decenni un rapporto vero, robusto. Narra poi gli effetti dei cambiamenti che investono il rione, Napoli, l’Italia, in più di un cinquantennio, trasformando le amiche e il loro legame. E tutto ciò precipita nella pagina con l’andamento delle grandi narrazioni popolari, dense e insieme veloci, profonde e lievi, rovesciando di continuo situazioni, svelando fondi segreti dei personaggi, sommando evento a evento senza tregua, ma con la profondità e la potenza di voce a cui l’autrice ci ha abituati. Si tratta di quel genere di libro che non finisce. O, per dire meglio, l’autrice porta compiutamente a termine in questo primo romanzo la narrazione dell’infanzia e dell’adolescenza di Lila e di Elena, ma ci lascia sulla soglia di nuovi grandi mutamenti che stanno per sconvolgere le loro vite e il loro intensissimo rapporto.”

image

Come vi ho già detto, questo libro mi ha conquistata, rapita, accolta e coinvolta. Vorrei poter leggere ogni volta un libro cosi.
Ma è senza dubbio questa, la forza dei capolavori: la bellezza immensa ma pronta a finire.
…….ma dato che a me non piace “finire”, stamattina sono corsa in libreria ad acquistare il secondo volume….ve l’ho già detto che A M O leggere senza sosta?!????

Acquistate questo libro, acquistateli gia tutti e 4. Oppure no, prendetene uno alla volta e centillinate le pagine fino quasi alla fine…..non ne potrete fare a meno!

Alla prossima review!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *