La mise en place d’un jour de fête à Paris

thumb_img_1532_1024

Immaginate una bella giornata autunnale, con il cielo azzurro ed il vento fresco che accarezza i pensieri, immaginate ancora di essere a Parigi, la città piu’ romantica del mondo e di dover organizzare un pranzo per un giorno di festa… Che cosa preparare? E come allestire la tavola? Ho iniziato a pensarci seriamente anche perché per me l’autunno inaugura una serie di feste di compleanno senza fine. Iniziando da mia suocera ad ottobre, cosi’ come mio marito, per proseguire a novembre rispettivamente con mia madre, mio padre ed il mio piccolo principe e finire con il mio, due giorni prima di Natale!

Ebbene si, siamo una famiglia decisamente invernale, ma molto calorosa!

Per il primo anno festeggeremo alcuni di questi compleanni qui a Parigi e visto che il primo é alle porte, ho pensato di fare una prova menu’ ed allestimento della tavola aiutata dal mio baby cuochino. E ho deciso di condividerlo con voi!

thumb_img_1574_1024

Ho scelto ricette semplici, ma raffinate, usando i prodotti che trovo sui blanchi del mercato. Ho comprato un po’ di fiori freschi, che in un giorno di festa non possono mancare ed usato lavanda e symphorine (i rami di quel che viene chiamato “albero di perle” per la forma sferica delle bacche colorate che variano dal bianco latte al rosa intenso) per fare i segnaposto.

thumb_img_1545_1024

Per l’occasione speciale ho usato il mio servizio di piatti preferito, della linea Orianne di Thun che con i suoi bellissimi colori rappresenta un ponte ideale tra estate ed autunno e rende la tavola ancora più fiorita ed allegra. La mia é una tavola piena, tra fiori candele e vassoi, affollata, come dice mio marito, ma piena di calore, colore e magia. Per creare la giusta atmosfera mi piace curare ogni minimo dettaglio in uno stile tutto mio, “parigino bohémien”, che non é decisamente minimal, ma non per questo é meno chic 🙂

thumb_img_1656_1024

Una volta allestita con cura la tavola prepariamo insieme il pranzo. Come primo ho pensato ad un piatto semplice, “pennette con caprino, pere, erbette e pistacchi”. Cosa ne pensate? L’ho preparato in due versioni, una con il formaggio ed una senza, perché al mio bimbo non piace e devo dire che sono ottime entrambe.

thumb_img_1673_1024

Pennette caprino, pere, erbette e pistacchi

Ingredienti per due personne

140 gr di Pennette

1 pera

burro qb

Erbette

una manciatina di pistacchi macinati grossolanamente

una confezione di caprino fresco

sale e pepe qb

Far bollire la pasta in acqua salata. In una padella tostare velocemente i pistacchi e teneteli da parte. Lavare la pera e tagliarla a dadini ancora con la buccia, poi passarla in padella con un po’ di burro, sale e pepe. Prendere il caprino e renderlo cremoso aggiungendo un po’ dell’acqua di cottura della pasta. Quando le pennette saranno al dente, saltarle in padella con le père ed il burro aggiungendo la crema di caprino e le erbette. Impiattare guarnendo con un po’ di dadini di sera cotta, che avrete tenuto da parte, e spolverando con i pistacchi.  Et voila il vostro primo é pronto! Una vera delizia, stuzzicante e delicato. Il mio bimbo ha apprezzato tanto.

thumb_img_1682_1024

Come secondo ho preparato qualche stuzzichino leggero accompagnato da un’insalata strepitosa, gustosa, accattivante e colorata, il vero pezzo forte… prima del dolce s’intende 😉

thumb_img_1560_1024

Insalata bohémien

Ingredienti

Insalatina fresca

(io ho usato valerianella e rucola)

un mandarancio

due fichi

una melagrana matura e succosa

uva bianca e rosata

more e lamponi

olio extravergine d’oliva

succo di limone

sale pepe qb

Lavare bene l’insalata, strizzarla e versarla nell’insalatiera, unire la frutta lavata ed asciugata. Usare i chicchi di metà melagrana e spremere l’altra metà per estrarre il succo. In una ciotolina versare il succo ottenuto, aggiungere un po’ di succo di limone, un po’ di succo di mandarancio, olio extravergine d’oliva, sale, pepe e mescolare bene per preparare il nostro condimento. Una volta pronto versare il condimento sull’insalata e gustare. Vi assicuro che farete un figurone! Volendo potete aggiungere anche del finocchio tagliato a festin sottili e lasciato a marinade bel condimento! Il risultato sarà sorprendente.

thumb_img_1783_1024

E’ arrivato il momento del dolce, il piu’ atteso dal mio bimbo, ma non solo! Visto che la torta di compleanno resta la chiffon cake preparata in mille modi diversi  per variare ho deciso di preparare anche delle tortine monoporzione utilizzando sempre la frutta fresca. E cosi’ ecco arrivare le tarte tatin aux figues e le sfoglie di mele, fragole e cannella.

Per le sfoglie ho usato un rotolo di pasta pronta, marmellata di fragoline fatta in casa e mele. Ho rivestito le formine con la pasta sfoglia, spalmato un po’ di marmellata sul fondo ricoperto con le mele tagliate a fettine leggere, spennellato con ancora un po’ di marmellata, spolverato con la cannella ed infornato a 180 gradi per una mezz’oretta circa.

thumb_img_1803_1024

Tarte matin aux figues

Per due mini tarte tatin

Un rotolo di pasta brisé

Per il caramello

70 gr circa di zucchero di canna

3 cucchiai d’acqua

Per la farcia

300 gr circa di fichi piccoli

Preriscaldare il forno a 180 gradi. Lavare asciugare e tagliare i fichi a spicchi senza privarli della buccia. Nel frattempo preparare il caramello facendo cuocere in un pentolino d’acciaio lo zucchero e l’acqua, mescolando con un cucchiaio d’acciaio finché il liquido non avrà raggiunto la consistenza desiderata. Versare il caramello nelle formine distribuendolo bene su tutta la superficie. Sistemarvi supra i fichi messi a spirale. Ricoprire con la pasta brisé premurandovi di rimboccarla bene sui bordi. Bucherellare la pasta con una forchetta ed infornare per circa mezz’ora. Quando il dolce sarà cotto ribaltarlo con delicatezza sul piatto di portât, prima che il caramello cristallizzi. Ottima servita insieme ad un buon caffé!

img_1830

Allora cosa ne dite vi piace questo menu’ per un jour de fête à Paris? Il mio bimbo ne é entusiasta ed anche io!

Il primo “anniversaire” si avvicina, pronti a preparare la tavola? Forza festeggiate insieme a noi e se non siete ancora sazi ed avete spazio per qualche pasticcino per l’ora del té … Ho una sorpresa per voi…

thumb_img_0204_1024

Ma questa ricetta ve la svelo la prossima volta 🙂

… E se non avete nessun compleanno in programma poco importa, c’é sempre un buon motivo per preparare una tavola très chic 😉

Servizio di porcellana linea Orianne Thun

impastastorie

Giornalista ed impasta…storie. Mamma di un meraviglioso bimbo di tre anni. Vivo a Parigi la città dell'amore fonte ineguagliabile di ispirazione da inizio febbraio. Amo leggere, scrivere, cucinare e la Provenza, il mio comfort place, dove scappo ogni estate. Dopo aver lavorato come giornalista e conduttrice radiofonica per oltre dieci anni ora mi dedico alle mie grandi passioni. Scrivere per me è vitale come respirare. Cucinare mi rilassa, così come ascoltare la musica. Così ho deciso di coniugare le tre cose e scrivere favole e racconti ispirandomi ai piatti che preparo, perché, come ripeto sempre, “una vita senza buon cibo è come una pagina vuota”. Le mie ricette sono fantasiose, gustose e colorate. Il mio piccolo è il mio critico ufficiale. Naturalmente i dolci me li passa sempre tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *