DIY: UNA SPECCHIERA SHABBY CHIC

Ridare bellezza e splendore ad un vecchio oggetto è un po’ come fargli un trattamento estetico e in questo il mio lavoro di restauratrice non si discosta molto dalla mia passione per il trucco e la cura del proprio aspetto.

Dietro una brutta vernice, molto spesso c’è un oggetto dalle forme armoniose che un occhio poco allenato non sempre riesce a cogliere. Per questo dico sempre: ‘se vi piace, se ha una forma gradevole, delle misure adattabili alla vostra casa, non c’è niente che una mano di colore non possa sistemare’. Siete d’accordo?

Ed è con questo spirito che ho affrontato il restyling di una vecchia e malandata specchiera che io e mio marito avevamo messo da parte tempo fa perchè ci piaceva la sua forma. Quando ci siamo resi conto che la parete sopra il divano in salotto era davvero troppo vuota, ci siamo ricordati di lei… In questo post vi mostro il risultato e vi spiego passo passo come fare per replicare questo effetto su qualsiasi altro mobile.

Il bello dei mobili in stile shabby chic è che sono davvero facili da realizzare e, con un po’ di manualità e di pratica, sono alla portata di tutti. Non si pretende un risultato perfetto, perchè la caratteristica di questo stile è l’aspetto vissuto dei mobili e dei complementi quindi sappiate, se avete paura di sbagliare, che le piccole imprecisioni non saranno un problema.

specchiera shabby chic

Queste istruzioni vanno bene per qualsiaso oggetto o mobile in legno desideriate verniciare.

Ecco cosa vi serve:

Smalto all’acqua per legno

Pennello (con setole naturali o sintetiche)

Carta vetrata media (grana 120 e 180)

Cera per mobili incolore e un pennello pulito

Panno di lana

Una candela (facoltativo)

Procedimento:

– Per prima cosa assicuratevi che il vostro oggetto sia perfettamente pulito e privo di polvere. Per fare questo vi basterà spolverare ed eventualmente aspirare ogni traccia di sporco e polvere.

– Dopodichè dovrete con molta pazienza carteggiare tutta la superficie in modo che diventi bella liscia e uniforme. Questo passaggio è fondamentale nel caso che il vostro oggetto sia già verniciato, perchè altrimenti la nuova vernice non aderirà bene e si staccherà dopo qualche tempo.  La carta vetrata 120 andrà benissimo perchè è efficace ma non lascia segni sul legno.

Purtroppo, presa dall’impazienza di iniziare, ho dimenticato di scattare una foto dell0 specchio come era in origine… Comunque era dorato, su una base di stucco e quindi ho perso davvero parecchio tempo a preparare la superficie. E’ la parte più noiosa e, nel caso di grossi mobili, anche faticosa, ma ne va davvero del risultato finale!

Quando avrete finito spolverate bene per eliminare la polvere della carteggiatura.

– E ora con calma e pazienza iniziate a pennellare con il colore che avete scelto. Cercate di dare pennellate lunghe regolari, in modo da lasciare meno possibile i segni del pennello, ma se ne vedete non preoccupatevi perchè con le mani successive spariranno. Se avete scelto il classico bianco o panna e l’oggetto è mediamente scuro ci vorranno almeno 3 o 4 mani per ottenere un buon risultato e non vedere piu’ il colore naturale del legno. Per regolarvi tenete conto che la mia specchiera era color oro antico e ha necessitato di 3 mani piuttosto spesse. Tra una mano e l’altra lasciate asciugare bene! I tempi sono indicati sulla confezione della vernice.

 

Una piccola parentesi sulle vernici: per questa tecnica è bene usare uno smalto all’acqua per legno, facilmente reperibile in moltissimi colori in ogni colorificio. Io ho usato il colore 2008 Dimity di Farrow&Ball nella variante Estate Eggshell, semplicemente perchè mi era avanzata da un precedente lavoro ed era il colore perfetto per la nostra parete, ma per i prossimi mobili che vernicerò vorrei provare le vernici a gesso specifiche per la tecnica shabby chic. Non necessitano carteggiatura e la cartella colori è molto bella: tutti colori polverosi dai pastello, ai tortora, ai classici bianchi. La vernice più famosa è la Chalk Paint di Annie Sloan, ma se cercate ‘vernici shabby’ su Google troverete altre marche equivalenti.

– Una volta che il vostro oggetto sarà perfettamente verniciato e asciutto prendete un pennello pulito e applicate un sottile strato di cera facendo attenzione a non tralasciare nessun angolo. Lucidate con un panno di lana finchè questo non scivolerà facilmente sulla superficie che diventerà man mano più brillante. Di solito bisogna aspettare un’oretta prima di lucidare la cera, il tempo che si ‘secchi’ e non si impasti con il panno di lana.

– Finito! Il vostro oggetto ha riacquistato un nuovo splendore ed è pronto per essere messo in bella vista nella vostra casa.

specchiera shabby chic

Non è stato troppo difficile vero?

{Postilla: nella lista dell’occorrente ho messo anche una candela e la carta vetro 180, che però io non ho usato. La candela serve nel caso vogliate carteggiare alcune parti del vostro oggetto per dargli un’aria più vissuta. Di solito si carteggiano le parti che si consumerebbero naturalmente col tempo, quindi spigoli, piani di appoggio, eventuali intagli e parti in rilievo, i piedi dei mobili, le impugnature dei vassoi e via dicendo. Ecco, per carteggiare più facilmente, passate la candela su queste zone PRIMA di stendere la vernice, che in questo modo aderirà meno. Una veloce passata di carta vetro 180 sulla vernice asciutta sarà poi sufficiente per ottenere l’effetto shabby chic. Poi potrete applicare la cera come spiegato.}

E allora scovate un vecchio mobile che non vi piace più, scegliete un bel colore e mettetevi al lavoro! Per qualsiasi dubbio o domanda non esitate a chiedere, sarò felice di aiutarvi!

valeria

Chi mi conosce bene dice che vivo nel mio mondo e non sbaglia...ma sono anche una persona pratica, organizzata e perfezionista. Do molta importanza ai dettagli e alle piccole cose. Sono moglie, mamma e artigiana. Amo il diy, il rosa, i glitter e le paillettes, l'autunno, il Natale, le riviste di arredamento e il mare. Mi sforzo di essere sempre ottimista e per questo mi piace circondarmi di persone positive. Essere parte del team delle womoms è per me un grande onore e una gioia!

2 pensieri riguardo “DIY: UNA SPECCHIERA SHABBY CHIC

  • 11 ottobre 2016 in 9:41
    Permalink

    Cara Valeria sono felicissima di aver letto questo post. Era da tempo che ne aspettavo uno e guarda caso ho proprio uno specchio, che mi ha lasciato il mio adorato mio papà, da trasformare. Grazie delle dritte un bacio forte.

    Risposta
  • 11 ottobre 2016 in 11:00
    Permalink

    Grazie a te Vale per il tuo commento! Sono contenta che queste istruzioni ti saranno di aiuto per rimettere a nuovo il tuo specchio! Sono curiosa di vedere il risultato… Ti abbraccio forte forte

    Risposta

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *