Non chiamatela Cina! (10 cose che forse non sapete di Hong Kong)

Quindi ti sei trasferita in Cina? 

– Ehm, no!

Mangiate cani e gatti? 

– Certo, per colazione!

Ma ce l’hai Facebook? E Google?

– No usiamo i segnali di fumo per comunicare.

È vero che non puoi avere più di un figlio? 

– In effetti Fede lo tengo nascosto in casa e non è registrato all’anagrafe!

Ma con la lingua come fai?! Lo sai il cinese? Ormai è un anno e mezzo che sei lì!

– Non parlo cinese, fortuna che sono italiana e gesticolo!

Queste sono solo alcune delle domande che mi sono state fatte da quando mi sono trasferita a Hong Kong.

Alcune le trovo legittime, altre divertenti, altre assurde… quindi, perché non fare un po’ di chiarezza?

Oggi vi racconto quali sono le principali differenze tra Hong Kong (regione amministrativa speciale indipendente) e la Repubblica Popolare Cinese.

Iniziamo da …

LA BANDIERA!

foto-18-11-16-22-49-25

Quella di Hong Kong è rossa con all’interno la “Bahuinia blakeana” stilizzata di colore bianco.

Quella cinese è sempre rossa ma con le cinque stelle.

LA LINGUA 

A Hong Kong si parla il Cantonese e l’Inglese.

In Cina si parla il Mandarino.

È molto frequente incontrare un cinese e un hongkonghese che tra loro parlano in inglese, appunto perché le lingue sono molto diverse tra loro.

Mi sono ripromessa di imparare il cantonese appena la routine con i bimbi mi lascerà un po’ di tempo per studiare. Ad oggi è ancora mission impossible!

LA MONETA 

Qui ad Hong Kong usiamo il dollaro di Hong Kong, mentre in Cina la moneta è il “renminbi”.

IL PASSAPORTO

passaporti

Un’importante differenza riguarda il passaporto. Se possiedi un passaporto di Hong Kong puoi avere anche altre cittadinanze e di conseguenza avere più di un passaporto.

Questo purtroppo in Cina non è possibile e se acquisisci un’altra cittadinanza devi rinunciare a quella cinese.

IL SISTEMA POLITICO/GIURIDICO

Hong Kong è uno stato che si basa sulla legge del Common Law britannico il cui governo è formato da un Consiglio Direttivo e un Consiglio Legislativo. Viene garantito il libero scambio e una grande libertà economica, aspetti che fanno di questa città un vero e proprio paradiso fiscale.

La Cina è uno stato socialista unitario a partito unico con partito comunista cinese. Diciamo semplicemente che la libertà è un po’ “ridotta”.

IL SENSO DI GUIDA

foto-strada

Eredità inglese: a Hong Kong si guida a sinistra ( ancora ho seri problemi di adattamento mentre attraverso la strada), mentre in Cina a destra come per il resto del mondo!

INTERNET

Ad Hong Kong non ha alcuna restrizione.

Come potete notare…la mia connessione funziona benissimo e non vi libererete di me tanto facilmente! Fortunatamente non ci sono censure di alcun tipo.

Se andate in Cina molti social network e motori di ricerca come Google sono bloccati e censurati.

Esistono modi più o meno legali per aggirare il problema, ma non è semplicissimo.

IL VISTO

img_0254-2

Non servono visti di alcun tipo per entrare a Hong Kong!

Attenzione invece se volete visitare la Cina. In questo caso dovete provvedere a farvi rilasciate il visto turistico.

 LA CUCINA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“Dogs and Cats Ordinance””. È la legge che dal 1950 vieta il consumo di carne di cane o gatto a Hong  Kong.

Vorrei sottolineare che anche in Cina il consumo di questa carne è un’usanza confinata a poche zone rurali e non è pratica comune.

LA POLITICA DEL FIGLIO UNICO

foto-22-11-16-18-11-28

A Hong Kong non è mai entrata in vigore e la pianificazione familiare rimane affare privato!

Questo decreto era in vigore fino al 2013 in Cina (ma la legge in questione era molto più complessa di quello che si può immaginare e prevedeva diverse eccezioni). Ora le famiglie cinesi non hanno più sanzioni nel caso di secondi figli.

Potrei andare avanti con l’elenco perché ci sono molte altre differenze, ma ho voluto citarvi le più eclatanti e curiose.

Prima di partire anch’io ero piena di dubbi e ignoravo molte cose su usi, abitudini e tradizioni di questo Paese, ma vivendo qui ho scoperto una cultura da amare anche se molto diversa dalla nostra. Ho imparato ad incrementare la mia pazienza, ad ascoltare e ad apprezzare la compostezza e riservatezza degli honkongers, popolo estremamente gentile rispettoso e molto legato all’etichetta.

Molte cose le devo ancora scoprire però!

Se siete curiosi seguitemi e le scopriremo insieme!

chiaradegan

Mamma di due bambini, babywearer certificata e blogger, vivo ad Hong Kong con la mia famiglia. Nella vita ho viaggiato moltissimo grazie al mio lavoro ma da quando sono diventata mamma il mio mondo è cambiato e ho scoperto nuove emozionanti passioni. Nella mia rubrica vi parlerò della città che ci ha adottati e vi darò suggerimenti su come portare addosso il vostro bambino con fasce e marsupi ergonomici in sicurezza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *