UN PICCOLO PASSO PER GRETA, UN GRANDE PASSO PER MAMMA E PAPÀ !

Quando i nostri figli iniziano a camminare e’ un momento molto importante perché è il primo passo verso la loro indipendenza, ma anche per noi genitori è un momento molto importante, soprattutto per noi mamme, perché già sappiamo che dal momento in cui iniziano a camminare da soli avranno sempre meno bisogno della loro mamma.

Greta ora ha quasi due anni ma inevitabilmente quando osservo i suoi progressi e il modo in cui velocemente sta crescendo penso a quando un giorno spiccherà il volo, perché è questo in fondo il nostro compito insegnare ai nostri figli a volare da soli anche se è difficile lasciarli andare.
Diciamo che per ora è meglio non pensarci e godermi quanto più possibile i momenti bellissimi ed emozionanti della sua crescita come i primi passi appunto.

13600015_10210040589242177_8577047520075488971_n

Greta ha iniziato a camminare da sola un po’ tardi a 17 mesi, prima si reggeva in piedi ma aveva paura a fare dei passi da sola voleva essere sempre accompagnata con la manina oppure si appoggiava ai muri e alle sedie.
Io e mio marito abbiamo sempre cercato di incoraggiarla ma senza metterle fretta perché credo che ogni bambino abbia i suoi tempi e bisogna rispettarli, ma sentivo la pressione di quelli che mi chiedevano “ma come non cammina ancora?” però non ho voluto trasmetterla a mia figlia ho preferito aspettare che si sentisse sicura e pronta perché come diceva la Montessori
“ogni aiuto inutile e’ un ostacolo allo sviluppo”

Le abbiamo però preso un bel tappeto morbido di gomma per attutire le eventuali cadute e un primi passi per cercare di spronarla ma non ne era tanto attratta preferiva girare per casa gattonando.
Poi un giorno mentre giocava a terra con i suoi giocattoli si è alzata ed ha iniziato a camminare da sola, felice e soddisfatta della sua nuova grande conquista, ed io ero emozionatissima ma anche un po’ dispiaciuta perché il suo papà non ha potuto godere con me di questo momento così emozionante lui lavora fuori città. Durante la settimana però ci siamo esercitate e quando il fine settimana è tornato mio marito, Greta gli è andata incontro camminando da sola sotto gli occhi emozionati e increduli del suo papà è stata proprio una bella sorpresa.
Da quel momento abbiamo cercato di mettere il più possibile la casa in sicurezza coprendo le prese con dei copripresa, gli spigoli con dei paraspigoli, togliendo gli oggetti pericolosi dai ripiani più bassi e mettendo dei blocca-ante agli armadietti bassi dove ci sono i detersivi o comunque oggetti pericolosi per lei. A tale proposito ho trovato quasi tutto quello che cercavo nel reparto bambino dell’Auchan.
Quando siamo a casa preferisco farla camminare scalza o con dei calzini antiscivolo così si sente più libera.
Ora corre velocissima che quasi fatico a starle dietro aveva solo bisogno dei suoi tempi e io sono contenta di averli rispettati ha acquistato coraggio perché sa che dietro ci saranno sempre i suoi genitori a sostenerla e supportarla.

image1-6

(Guest post a cura di @immarellapi vincitrice contest novembre)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *