Torta frangipane e crema pasticcera

Sfogliando le pagine di un famoso libro del maestro Ernst Knam sono subito rimasta incantata da questa torta. A vederla sembrerebbe una classica torta di pasta frolla, invece racchiude al suo interno un morbido ripieno di crema frangipane e crema pasticcera.

La preparazione potrebbe sembrare inizialmente complicata ma basta avere un po’ di tempo a disposizione e godersi ogni singolo passaggio e riuscirete a preparare questa delizia ad occhi chiusi.

Ingredienti per uno stampo da 22 cm
Pasta frolla:
120 gr di burro
120 gr di zucchero semolato
1 uovo
6 gr lievito in polvere
240 gr di farina 00
metà bacca di vaniglia
1 pizzico di sale

Crema frangipane:
200 gr di zucchero
200 gr di burro
4 uova
60 gr di farina 00
200 gr di farina di mandorle

Crema pasticcera:
250 ml di latte
1 bacello di vaniglia
2 tuorli
50 gr di zucchero semolato
20 gr di fecola

Per guarine:
Confettura extra di amarene
Mandorle tostate a lamelle

Preparazione
per prima cosa iniziate preparando la pasta frolla che dovrà riposare in frigorifero almeno 1 ora prima di essere utilizzata. In una ciotola mescolate velocemente con la punta delle dita il burro freddo fatto a dadini, lo zucchero e i semi di metà bacca di vaniglia fino ad ottenere una palla compatta. Aggiungete poi il pizzico di sale, la farina, il lievito in polvere setacciati ed impastate fino a compattare tutti gli ingredienti. Non vi preoccupate se all’inizio l’impasto sembrerà friabile, continuate ad impastare e piano piano otterrete un impasto elastico. Coprite la pasta frolla con della pellicola trasparente e lasciatela riposare in frigorifero per un’ora circa.

Ora è il momento della crema pasticcera. Togliete i semi dal bacello di vaniglia e uniteli ai tuorli. In una casseruola versate il latte e aggiungete il bacello di vaniglia, accendete il fuoco a fiamma moderata e mentre il latte raggiunge il bollore montate i tuorli con lo zucchero e i semi del bacello di vaniglia. Quando avrete ottenuto un composto chiaro e spumoso aggiungete la fecola setacciata e mescolate. Una volta che il latte avrà iniziato a bollire togliete il bacello di vaniglia e versate nel latte il composto di uova, zucchero e fecola. Mescolate per un paio di minuti fino ad ottenere una consistenza cremosa.

Mentre la crema pasticcera si intiepidisce preparate la crema frangipane montando il burro a temperatura ambiente con lo zucchero fino ad ottenere un composto soffice e spumoso. Aggiungete poi un uovo alla volta mescolando fino a quando ogni uovo sarà ben amalgamato all’impasto. Infine unite al composto la farina 00 e la farina di mandorle. Dovrete ottenere un composto simile ad una crema.

Preriscaldate il forno a 170°.
Prendete la pasta frolla e stendetela ad uno spessore di circa 4 mm. Imburrate e infarinate uno stampo a cerniera e rivestitelo con la pasta frolla.
Spalmate uno strato sottile di crema frangipane sulla base, aggiungete uno strato abbondate di confettura extra di amarene poi unite la restante crema frangipane con la crema pasticcera e versate questo composto fino al livello della pasta folla.
Spolverate con le mandorle tostate a lamelle ed infornate per circa 40 min o fino a quando la pasta frolla sarà ben dorata.

Lasciate raffreddare la torta e servitela con una spolverata di zucchero a velo per un tocco di dolcezza in più.
Potete conservarla in frigorifero per un paio di giorni.

Tutto il tempo dedicato alla preparazione di questa torta verrà ripagato dalla sua bontà!

Chiara Caiti

Chiara, 22 anni, grafica di lavoro e fotografa per passione. Amo l'handmade, specialmente il lavoro ai ferri, e preparare dolci. Sono una persona molta curiosa e organizzata, per me nulla è più importante della famiglia.

Un pensiero riguardo “Torta frangipane e crema pasticcera

  • 16 novembre 2017 in 9:44
    Permalink

    Bella lo è davvero e sicuramente pure buona. Sulla facilità di realizzazione invece ho qualche dubbio…
    Io comunque me la stampo, la prossima volta che avrò le ferie ci voglio provare!
    Grazie perché è una ricetta che non avevo ancora trovato in giro.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *