Il segreto per un dolce risveglio

Oggi voglio parlare di un argomento che è un tasto dolente per tutti noi… il risveglio, non importa l’età, alzarsi al mattino richiede sempre un grande sforzo a 6 anni, per andare a scuola, come a 60.

Da qualche parte ho letto :

“Se fossimo stati creati per schizzare fuori dal letto appena svegli, ci avrebbero messo a dormire nel tostapane.”

Niente di più vero, non credete?

Ecco quindi alcuni consigli per renderlo meno tragico.

Sappiamo tutti che per un buon risveglio bisogna partire dalla condizione base di aver avuto un buon sonno durante la notte, senza questo sarà impossibile partire con il piede giusto.

Ecco quindi il primo segreto, Il materasso giusto, quello che ci permetterà di crollare tra le braccia di morfeo e di svegliarci al mattino senza dolori .

Circa un mese fa ho avuto l’opportunità di ricevere il materasso Tediber per testarlo e decidere liberamente se parlarne o meno, se non mi fossi trovata bene avrei potuto restituirlo senza alcun obbligo. Mi ritrovo invece qui ad essere soddisfatta di questa scelta tanto che non so come ho fatto in questi anni a non dare tanta importanza all’elemento fondamentale del mio riposo.

Questo materasso è stato concepito per essere utilizzato su qualsiasi tipo si superficie, ma più la superficie è rigida e più il sostegno di Tediber si avvicinerà alla perfezione.

Dimenticate i famosi e scomodi materassi, lato estate/inverno… perché sprecare tanta fatica quando si può avere un prodotto che grazie ai tessuti migliori ci risparmia il compito ingrato di dover girare il materasso?


Grazie alla  combinazione di 3 materiali : lattice microforato, Memory Foam e Schiuma Tediber ad alta resilienza nasce Tediber l’unico materasso da un confort incredibile.

Per la felicità di tutte le mamme Tediber è sfoderabile, per rimuovere le macchie dal materasso è sufficiente del sapone delicato.. ho purtroppo testato il tutto facendo questo foto, il caffè si è rovesciato e dopo attimi di terrore ho subito sfoderato il lato superiore e rimosso le macchie, ho poi lavato solo quel lato in lavatrice con un ciclo a 40 gradi e tutto il danno è sparito.

Se vi ho convito a testare come me Tediber vi dico subito che avrete 100 notti di prova, io sono solo alla trentesima e vi assicuro che non me ne separerò di certo. Fabbricato in Belgio, il paese dei materassi, Tediber vi regala 10 anni di garanzia completa. Venduto esclusivamente su Internet, senza intermediari potete acquistarlo a questo shop on line in qui potrete scegliere la misura adatta a voi e come pagarlo ( anche in 3 rate senza interessi)

Ecco qui invece altri piccoli segreti per il risveglio perfetto:

La sveglia: regolatela con un suono leggero e armonioso che al mattino vi culli, iniziare la giornata con il classico DRRIIIN assordante no vi aiuterà di certo, inoltre non impostatela né troppo presto e nemmeno troppo tardi, ma ad un orario che vi permetta di fare colazione e preparavi senza fare troppe corse.

La colazione: mai fare l’errore di saltare la colazione o peggio farla frettolosamente, per un caffè veloce sarete sempre a tempo in pausa, a volte preparare una buona colazione può essere un incentivo per scendere dal letto, concedetevi almeno al mattino dieci minuti per voi in modo da fare una colazione equilibrata con latte, tè, yogurt accompagnati da un caldo cornetto o meglio ancora da un frutto.

Beauty e igiene: ritagliatevi 5 minuti per la cura della vostra persona, una buona crema viso e un leggero trucco faranno miracoli. Non dimenticate poi la cura dei denti.

Se farete tesoro di questi piccoli segreti il risveglio non sarà più un trauma, ma anzi il motivo per rendere la vostra giornata ogni giorno carica di energia e positività.

soraidaso82

Mamma di due splendidi bimbi che sono tutta la mia vita, Alex e Nicole. Adoro tutto ciò che è social e soprattutto Instagram grazie al quale ho avuto la possibilità di conoscere altre ragazze molto simili a me con le quali mi sono trovata subito a condividere le stesse passioni in fatto di tendenze e moda , perché è questo ciò che siamo: mamme, ma anche donne!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *