Non sono una persona particolarmente ansiosa, nemmeno con mio figlio, ma se c’è una cosa che mi terrorizza oltre alla possibilità che soffochi con qualcosa, è che si perda o peggio. Sono quegli incubi reconditi dei quali non so spiegare il perchè, forse da bambina ho guardato troppi film da “grandi”, fatto sta che anche io ho il mio tallone d’Achille in fatto di paure.
Processed with VSCO with hb1 preset
Quando mi è stato proposto di provare in anteprima le scarpe Tikimo – Amore Intelligente per Alessandro non ho esitato un attimo. Ammetto che viviamo una vita tranquilla in un piccolo paesino alle porte di Milano e ho subito detto a me stessa “non fare l’esagerata”, ma se ci pensate, quante volte andiamo al Centro Commerciale coi nostri bambini? Non vi è mai capitato di andare in un posto affollato? Be’ a me si, e diciamoci la verità, i bambini sono molto più imprevedibili di quanto si possa pensare. Basta un attimo di distrazione o semplicemente un momento come pagare alla cassa e loro sono già scappati alle prime giostrine dietro l’angolo o semplicemente per il puro gusto di giocare, si nascondono dietro un angolino per farci il classico scherzetto alla “bu-bu settete”. Il problema è che noi perdiamo 10 anni di vita in realtà!
Processed with VSCO with hb1 preset
Le scarpette TIKIMO sono delle scarpe dotate però di un brevetto internazionale: look accattivante e led luminosi che piacciono tanto ai bambini le rendono delle scarpe apparentemente normalissime, ma al loro interno hanno un cuore super tecnologico: un piccolo dispositivo GPS che collegato al nostro smartphone, grazie ad un’app da scaricare sui nostri telefoni, ci permette di vedere in ogni momento dove si trovano i nostri bambini. Il dispositivo riconosce il piedino del bimbo, l’app ci segnala sulla mappa il luogo esatto in cui si trova e se la batteria è scarica o quando si sta per scaricare e se la scarpina viene tolta.
Processed with VSCO with hb1 preset
Vi dico la verità, grazie a queste scarpe spesso durante la giornata, essendo io sempre lontana per lavoro, mi capita di “spiarlo” guardando quel piccolo pallino luminoso sulla mappa e mi sembra di sentirlo più vicino. Lui è sempre in buone mani, ma la nostalgia durante la giornata a volte si fa sentire e ringrazio la tecnologia per essere sempre al mio fianco, una tecnologia che ormai fa parte delle nostre vite e che, se sfruttata al meglio, può solo essere un valido alleato per semplificarci la vita di tutti i giorni.