Sarà la mia indole più da maschiaccio che da principessa che mi caratterizzava da piccola, ma il giorno del mio Matrimonio non l’avevo proprio mai immaginato.

Eppure è stato perfetto, come mai avrei potuto sognare.

valeluca_0078valeluca_0064valeluca_0236

Ma andiamo con ordine…

Era il 4 Giugno 2016, una non troppo calda giornata che anticipava l’estate e le previsioni meteo cosa prevedevano? Nuvoloni e pioggia! E nuvoloni e pioggia, tanta pioggia, ci sono stati quel giorno ma si sono tenuti a pochi, ma sufficienti, chilometri da noi, eccezion fatta per qualche goccerella fuori dalla Chiesa, il giusto per abbracciare il detto “sposa bagnata, sposa fortunata!”.

valeluca_0377

È stata una giornata perfetta, e non solo dal punto di vista climatico, vissuta a pieno in ogni singolo momento, senza troppe pretese nel “dev’essere tutto perfetto”. I sorrisi delle persone che erano lì con noi sono stati la gioia più grande, e lo sono ancora a riguardare foto e video.

valeluca_1234valeluca_1201

Circa 10 mesi prima sono iniziati i preparativi. Non è stato difficile trasformare le nostre idee in qualcosa di concreto, tutto è stato pensato e creato seguendo i nostri gusti e le nostre passioni, e la base di tutto è stata la semplicità. Dal menù alla location, dai fiori all’intrattenimento.

Da amante dell’handmade non potevo di certo delegare qualcuno alla creazione delle bomboniere e quindi, con il preziosissimo aiuto della mia Nonna e mia sorella, in 6 mesi abbiamo ricamato 68 asciugamani.

Poi è stata la volta degli inviti, i libretti, i menù e il tableau mariage.

Nella realizzazione di quest’ultimo ci siamo divertiti molto: abbiamo comprato dischi di vinile da 45 giri in un mercatino dell’antiquariato e noleggiato alcune cornici vintage in un negozio vicino casa.

Avevamo chiara in testa la nostra idea: i tavoli avrebbero avuto il nome di un musicista o di un gruppo musicale e in ogni tavolo, oltre al nome dell’artista, doveva esserci una canzone a noi speciale.

E così abbiamo dato forma al nostro tableau, dischi appesi con del filo trasparente a delle bellissime cornici vintage. Su ogni tavolo un disco svelava la “nostra” canzone (con un QR code che rimandava al video su youtube.com…si, lo so, ma adesso vi sp

iego il perché: marito chitarrista per passione e informatico per lavoro :)).

valeluca_1628valeluca_0954valeluca_0194

Il mio cruccio in tutti i preparativi sono stati i fiori: l’idea di spendere centinaia di euro in qualcosa che il giorno dopo molto probabilmente sarebbe stato da buttare mi agitava, e non poco. La splendida persona che è stata la nostra fiorista però ha appoggiato a pieno la mia idea di voler utilizzare il più possibile piante e piantine che poi gli invitati avrebbero potuto portare a casa con sé a fine giornata. Piante di ortensia bianca e piantine aromatiche di ogni tipo ci hanno circondati sia in Chiesa che al ristorante. La cosa è piaciuta molto ai nostri amici/parenti, non ci è rimasta nemmeno una misera piantina di rosmarino J.

valeluca_1571valeluca_1805valeluca_1853

La giornata è stata un susseguirsi di emozioni, sorrisi, canti e balli.

Eravamo esattamente nel posto giusto con attorno le persone che fanno parte della nostra vita e hanno reso quella giornata speciale. Si può provare nostalgia di una cosa vissuta e così bella? Anche adesso finché scrivo penso a quanto vorrei tornare esattamente ad un anno fa e ripercorrere tutti i preparativi fino a quel giorno.

valeluca_1969

Oltre a queste fotine, nel home del mio profilo IG trovate un breve trailer che riassume la nostra giornata.

Alle future sposine voglio solo dare un consiglio: godevi ogni singolo attimo, sono momenti davvero magici!