Il periodo che anticipa il Natale è il più magico dell’anno.

Io lo passo addobbando, impacchettando e creando, perché si, i miei regali devono essere sempre in gran parte handmade. Credo che regalare una cosa fatta a mano doni unicità e originalità al regalo che stiamo facendo. Non bisogna essere grandi artisti, spesso le piccole e semplici cose sono quelle che danno più gioia. Sul web trovate mille e mille idee di regali che potete creare in casa.

Dopo il tutorial dei vasetti con cactus, ora vi descrivo passo passo come realizzare le mie lampade in jar che avete tanto amato.

Ma le sorprese non sono finite: a fine tutorial ne trovate una speciale speciale!

Occorrente:

  • Vasetto di vetro: un vasetto da conserva o un semplice vaso di vetro purché sia privo di scritte e decori,  potete scegliere la forma e la misura che più preferite;
  • Etichetta: ci servirà per creare la finestrella della nostra lampada. Le mie sono homemade: ho comprato della carta adesiva formato A4 (la trovate in cartoleria), con un semplice file word ho preparato cuori e stelle delle dimensioni che preferivo (misurano ca 3cm sia in altezza che in lunghezza) e lanciato la stampa con una normale stampante, poi ho ritagliato le mie formine;
  • Pittura: ormai lo sapete, io uso le pitture acriliche satinate di un’azienda francese che si chiama Eleonore Déco. Ottime per questo tipo di creazioni, hanno una resa molto shabby e opaca. Non uso nessuna base perché essendo di colore bianco mi andrebbe a rovinare l’effetto finestrella. Nessun vetrificante finale perché anche questo andrebbe a rovinare la nostra finestrella che deve rimanere ben pulita per permette alla luce di fuoriuscire.
  • Pennello: ne è sufficiente uno;
  • Guanti: a discrezione vostra per pitturare (io per esempio non li utilizzo, alcune mie corsiste invece preferiscono averli);
  • Stuzzicadenti grandi o piccoli: ci aiuteranno a togliere l’etichetta e ad eliminare eventuale pittura che dovesse esser andata sotto il nostro sticker;
  • Acetone e cotton fioc: ci serviranno per togliere la colla che dovesse rimanere attaccata al vasetto (questo dipende un po’ dal tipo di carta adesiva che utilizzerete, un po’ da quanto lascerete appesa l’etichetta sul vasetto prima di toglierla…ma non preoccupatevi, con questo trucchetto si toglierà tutto);
  • Una candelina lumino e un accendino: per fare il “test luce”;
  • Corda e/o nastri: per decorare il vostro vasetto.

Alcune accortezze:

  • Assicuratevi che l’etichetta sia ben applicata, eviterete di andarci a lavorare poi per aggiustare la vostra forma;
  • Tra uno strato e l’altro di pittura, accertatevi che il precedente sia ben asciutto prima di procedere con il successivo. Eviterete così di portarvi via il colore precedentemente steso.

Passaggi:

Applicazione etichetta: prestare un po’ più di attenzione a questo passaggio vi renderà il lavoro più semplice poi, quando andremo a togliere l’etichetta.

La vostra formina dev’essere ben applicata, i bordi ben aderenti al vaso così da non permettere al colore di infilarsi sotto.

Pitturare: potete ora iniziare a stendere il colore, passando sopra l’etichetta.

Il consueto consiglio che do è di non esagerare con il colore: per una resa migliore, fate tante mani, ma fatele sottili.

Alla fine del primo passaggio, infatti, l’effetto non vi sembrerà molto bello, ne’ preciso. Non preoccupatevi, tutto nella norma!

Per fare questo tipo di lavoro, soprattutto se il colore è di una tonalità chiara, servono 4/5 strati (sottili) di colore. Poi dipende molto anche dalla consistenza della pittura stessa, quindi prendete un po’ i miei numeri come indicativi.

Fate attenzione anche al fondo, e al bordo superiore: tutto va ben dipinto.

Il nostro obiettivo è creare una lanterna, ci sarà quindi una luce all’interno che cercherà di mettere in evidenza tutte le imperfezioni di stesura colore.

Per verificare se i nostri strati hanno un effetto ben coprente il mio consiglio è quello di guardare il vaso all’interno in controluce e fare il “test luce”: accendete un lumino all’interno e spegnete la luce (o mettetevi in una zona d’ombra), vi accorgerete così se in alcune zone manca colore o dovete continuare ad aggiungerne.

Una volta soddisfatte della stesura del colore, possiamo procedere con il togliere l’etichetta. Mi raccomando, la pittura dovrà essere ben asciutta prima di andare avanti con gli altri passaggi. Se non avete molto tempo a disposizione, accelerate l’asciugatura aiutandovi con il phon.

Togliere l’etichetta: questo il passaggio forse più delicato.

Aiutatevi con uno stuzzicadenti partendo dalle punte (se usate la forma a stella) o comunque sempre dall’esterno verso l’interno. Con molta delicatezza andate quindi a togliere l’etichetta dal vostro vasetto.

Sempre con l’aiuto dello stuzzicadenti, andare a togliere il colore in eccesso se dovesse essere passato sotto l’etichetta.

Viceversa, se togliendo l’etichetta si è tolto del colore andando a rovinare la forma: andate a coprire eventuali buchi con dell’ulteriore colore. Intingete poco il pennello e applicatelo con delicatezza dove manca.

Mentre per togliere eventuale colla rimasta nel vetro, usate acetone e cotton fioc: non imbevetelo molto, e fate attenzione a non passare sopra al colore (quando si dice, non andate fuori dai bordi!).

Finito questo delicato passaggio, il vostro vasetto è pronto:

Mancano solo i decori: sbizzarritevi con nastri e nastrini.

Io per Natale sto aggiungendo ai miei anche dei piccoli campanelli nel fiocco.

Questi i passaggi per fare la lanterna in jar, spero vi divertiate a farla e se deciderete di proporlo come regalo di Natale, spero facciate una bella figura.

 

Ma ora voglio farvi una sorpresa!

La lampada che ho creato durante questo tutorial vorrei regalarla ad una persona di voi che mi sta leggendo.

Per partecipare è semplice: mandatemi una email all’indirizzo valefarinaig@gmail.com e raccontatemi cosa significa per voi questo periodo magico dell’anno.

Ricordatevi di indicarmi l’indirizzo di spedizione della lampada nella email: voglio che sia una sorpresa, il mio Babbo Natale probabilmente non avrà la barba lunga ma sarà travestito da spedizioniere, al posto della slitta con le renne un colorato camioncino…ma sarà pur sempre un Babbo Natale!

 

Sceglierò le parole che più mi colpiranno.

 

Avete tempo fino a martedì 19 sera!

Poi correrò a spedire alla persona fortunata questo regalo di Natale handmade.

 

Auguro a tutti un Natale speciale!

Ricordatevi di usare l’hashtag #handmadewithvale per le vostre creazioni.

Buon lavoro!