Quest’anno sotto l’albero non chiedo null’altro se non la salute dei miei cari. Il dono più grande e più prezioso del mondo, che non ha eguali lo porto in grembo io, il mio bambino, uno scricciolo di quasi sette mesi che sta già rendendo magica la mia vita. Se non ci fosse stato lui con me, anzi in me, tante cose successe in questo lungo ed intenso anno probabilmente non le avrei superate così come ho fatto; mi ha dato inconsapevolmente una gran forza ed una voglia di guardare sempre il lato positivo delle cose, di guardare oltre. Abbiamo deciso di chiamare il nostro piccolo, Jacopo, un nome sempre piaciuto sia a me che a Mio Marito, significa “Dio ha protetto” e che non ha mai smesso di risuonare nella mia mente e nel mio cuore. Nonostante sia nel mio grembo, io e Jacopo ne abbiamo già superate tante; sono certa sarà un bambino forte. Questo Natale sarà dunque un periodo ancor più magico, dove calore e amore familiare saranno al primo posto, un periodo di speranza e Fede e perché no anche di “carinerie” e tante coccole. Ogni casa diventa bella e accogliente in questi giorni

 

La Nostra sa anche un po’ di lui, e cacciar fuori questo pancino davanti alle decorazioni di Natale mette gioia nel cuore

 

La meraviglia e il fascino delle donne in gravidanza mi hanno sempre ammaliata e non mi sbagliavo affatto; per strada ti guardano con un lieve sorriso, in farmacia non ti fanno far la fila “sei privilegiata” insomma rientriamo in una categoria protetta e questo mi fa sentire bene, nonostante i cambiamenti fisici, non facilmente apprezzabili. Mio marito è felice che aspettiamo un maschietto, lui un po’ lo desiderava e un po’ se lo aspettava, io invece non avevo preferenze e non avevo grandi sensazioni materne; sarò stata l’unica ? Spesso e volentieri però mi immaginavo con un maschietto tra le braccia, ed ora non attendiamo altro che conoscere le curve del suo volto. Abbiamo già cominciato ad acquistare qualcosa per Jacopo, ed è emozionante scegliere le cose per il suo corredino; non abbiamo ancora terminato, anzi siamo solo ad un quarto dell’opera e quando entriamo in un negozio comprerei tutto, menomale che c’è Fabio (mio marito) che mi frena, altrimenti svuoterei i portafogli. Anche queste sono bellissime emozioni che porterò nel mio cuore

Ogni tanto mi capita (mi auguro causa ormoni) di essere malinconica, non so precisamente per quale motivo, però poi basta una parola di conforto da chi ho nel cuore e tutto passa. È vero quando mi dicevano che in gravidanza ci sarebbero stati anche momenti bui e poco piacevoli, il bello è che basta fare una carezza al pancino ed il sorriso torna. Essere “incinta” è un dono meraviglioso e per questo Natale non potevo desiderare altro. Della maternità ne avevo sempre e solo sentito parlare nei film, da alcune amiche, e avevo letto qualcosina in maniera poco interessata su qualche rivista; ed è esattamente così, è comunque un mondo nuovo, dolce, grazie al quale tieni lontano ciò che non ti fa bene al cuore, guardi le cose sotto un’altra luce e ti rendi conto che i piaceri e i pensieri della vita sono altri. Qualche tempo fa la mia priorità era lo shopping, per me o per la mia casa, ma da quando so di aspettare un bambino, la mia priorità è lui, è la mia famiglia, mio marito e stare tutti insieme intorno al nostro albero Natale.

Mi auguro questo sia un sereno e tranquillo Natale per ognuna di noi, ed auguro ad ogni donna che lo desidera, di provare e vivere un’emozione così, perchè penso che tutte la meritiamo.

Buone Feste.