Tutti i genitori vorrebbero che i propri figli crescessero in un ambiente salubre e sano. In questi ultimi anni, c’è anche più consapevolezza sulla necessità di ottimizzare le risorse ed evitare gli sprechi.
È possibile combinare queste due esigenze nella loro cameretta. Vediamo qualche piccolo accorgimento facile ed economico.
Spesso associamo il termine “ecologico” a qualcosa di costoso e poco pratico, ma in realtà non è così. L’obiettivo finale è ridurre gli sprechi e comprare meno oggetti ma di qualità.

Il punto di partenza è la progettazione della stanza, che deve essere concepita in modo da sfruttare il più possibile la luce naturale, magari tramite una grande finestra.
Gli spazi vanno impiegati al massimo, meglio se c’è una chiara divisione tra la zona per dormire e quella per giocare o fare i compiti. Quest’ultima dovrà essere il più possibile piena di luce, in particolare la scrivania deve essere collocata in corrispondenza del punto focale della stanza.

SONY DSC

A questo proposito, le lampadine dovranno essere naturali e di colori chiare. Quelle LED sono perfette, mentre i neon sono da evitare perché dannosi. Per rendere ancora più ecologico questo sistema di illuminazione, è possibile utilizzare in tutta la casa anche un impianto fotovoltaico, in modo da poter produrre la propria energia.
Per migliorare ulteriormente il comfort dei più piccoli, curate anche l’isolamento della stanza con infissi con i doppi vetri. In questo modo ridurrete anche l’utilizzo di aria condizionata e riscaldamento e risparmiare in bolletta.

Per i mobili, invece, evitate quelli con formaldeide e sostanze chimiche irritanti o cancerogene. Solitamente gli arredi ecologici sono più costosi, ma durano più a lungo, soprattutto se optate per quelli “modulari” che crescono insieme ai vostri bambini. Ci sono diverse soluzioni in commercio, che accompagneranno i vostri piccoli per molti anni.

Un’attenzione particolare, inoltre, dovrebbe riguardare la scelta del pavimento: il parquet è sempre la migliore opzione, soprattutto quello eco. Il legno è, infatti, il materiale naturale per eccellenza, meglio se proviene da foreste gestite in maniera sostenibile con un rimboschimento consapevole.
Anche le vernici devono essere atossiche e all’acqua, da evitare invece quelle con smalti o le vernici inquinanti. Per decorare le pareti potrete optare per adesivi murali e stoffe, anche coinvolgendo i vostri figli.

Attraverso questi semplici accorgimenti avrete una cameretta eco friendly e potrete anche risparmiare, nel lungo termine.