Scegliere i colori dominanti di una stanza è sempre difficile perché bisogna adattarli alla funzione dell’ambiente, allo stile e colore dei mobili, e, ovviamente, anche ai gusti personali. Questo compito è ancora più importante quando si realizza o ristruttura la cameretta dei più piccoli. Come per gli adulti, anche nei bambini I colori hanno un ruolo importante. Possono, infatti, donare energia o favorire il riposo. Come fare la scelta giusta? Ecco alcuni consigli utili per te.

Cosa insegna la cromoterapia?

La cromoterapia si basa su delle regole della medicina cinese e spiega come i colori e la luce hanno effetti sull’organismo umano. Spesso ci si ispira a questa antica pratica per selezionare i colori delle pareti di casa, soprattutto se si tratta della camera dei bambini. Di seguito alcuni esempi:

  • Il giallo stimola la concentrazione e ha un ruolo nel rafforzamento del sistema immunitario. È particolarmente adatto per le camerette dei più grandi
  • Il blu è un colore rilassante, adatto a bambini di qualsiasi età e utilizzato sia per le pareti che per i mobili
  • Il verde, colore rilassante, è l’ideale per conciliare il riposo. Rappresenta il colore più adatto alle camerette dei bambini di ogni età
  • Il rosso, invece, stimola l’energia, l’attività fisica e intellettuale. È sconsigliato per la cameretta dei più piccoli perché può renderli agitati

Adattare il colore delle pareti all’età dei piccoli

Seguendo i principi della cromoterapia, è possibile scegliere il colore migliore per i tuoi piccoli in base alla loro età. Per un bambino appena nato, ad esempio, meglio optare per pareti dalle tonalità rilassanti e che conciliano il riposo: perfetti, ad esempio, il verde e il blu. Oltre i 5 anni, invece, è possibile scegliere colori diversi, come il giallo che stimolare lo studio.

Non dimenticare di coinvolgerli nella decisione del colore ideale per la loro cameretta: è importante, infatti, personalizzare questa stanza.

Combinare più colori: una scelta creativa e perfetta per i bambini

Per realizzare una stanza unica e adatta alle preferenze dei tuoi bimbi, puoi combinare colori diversi o realizzare dei disegni sulle pareti.

Negli ultimi anni si sono affermate pareti creative e personalizzabili grazie al “color blocking”. Basta selezionare due o tre colori e realizzare linee geometriche sulla parete. Puoi realizzare disegni astratti o piccoli scenari, come le montagne della seguente immagine.

Tinteggiare le pareti da soli? Perché no!

Spesso pitturare le pareti è un lavoro facile da eseguire e divertente, soprattutto se si coinvolge tutta la famiglia. Il fai da te, inoltre, può essere una soluzione per risparmiare sul costo dell’imbiancatura della stanza dei bambini. Ricorda, però, che richiede diverso tempo e, soprattutto per i più piccoli, può essere causa di disagi. La loro cameretta, infatti, sarà inutilizzabile per diversi giorni e, se non scegli le pitture per pareti adatte, il loro forte odore renderà la stanza inutilizzabile. Per evitare tutti questi fastidi, puoi richiedere un preventivo ad un imbianchino della tua zona e valutare i costi e i vantaggi che assumere un esperto comporta: un lavoro svolto velocemente, con prodotti non tossici e adatti alla camera dei bambini.