Se dovessi scegliere un dolce invernale che mette tutti d’accordo sceglierei sicuramente le FERRATELLE ABRUZZESI. Qui da noi le chiamano pizzelle o anche neole, come si suol dire…paese che vai, usanza che trovi! E’ uno di quei dolci che non può mai mancare nelle case delle famiglie abruzzesi, un dolce che mi fa tornare indietro nel tempo, un dolce che profuma di buono.

Uova, farina, zucchero, una punta di anice e il gioco è fatto! Esiste sia la versione morbida sia la versione croccante; io preferisco di gran lunga quella croccante perché le ferratelle rimangono fragranti per molti giorni. Di seguito vi lascio la lista degli ingredienti e il procedimento per realizzarle. Sono di una semplicità unica ma creano una vera e propria dipendenza!

INGREDIENTI (x circa 40 ferratelle)

3 uova
130 g di zucchero
½ bicchiere abbondante d’olio evo
Scorza grattugiata di un limone (non trattato)
Anice q.b.
Farina q.b.

PROCEDIMENTO

– In una terrina unite le uova, lo zucchero, l’olio, la scorza del limone grattugiata e l’anice; con una frusta a mano mescolate gli ingredienti e aggiungete poco alla volta la farina setacciata.

– Quando l’impasto si staccherà dalla ciotola, versatelo su un piano di legno e continuate ad aggiungere la farina fino a quando otterrete un panetto omogeneo, né troppo duro né troppo morbido.

– A questo punto prelevate poco impasto alla volta, formate delle palline di uguale dimensione e disponetele sulla spianatoia.

– Prendete il tipico ferro per ferratelle (io utilizzo quello classico manuale), ungetelo con un filo d’olio e fatelo scaldare sul fuoco; quando sarà ben caldo ponete la pallina d’impasto al centro, chiudete bene il ferro facendo pressione sui manici e fate cuocere per circa 10/15 secondi per lato (devono essere ben dorati) a fiamma medio/bassa.

– Continuate fino a terminare tutto l’impasto. Potete gustare le vostre ferratelle al naturale oppure accompagnate con marmellata, cioccolata, miele e con tutto ciò che vi suggerisce la fantasia!