Il bucato è uno dei pensieri che più di tutti mette in allerta la mente delle mamme e, qualche volta, anche di quei papà più coraggiosi che si cimentano nella preparazione della lavatrice. Per loro e, diciamolo, anche per tutte noi, è sempre bene ricordare qualche consiglio utile per fare un bucato a regola d’arte.

Consigli per il bucato

• Per prima cosa, si consiglia di leggere con grande attenzione sia le istruzioni della lavatrice e dei suoi programmi, che le etichette che accompagnano ogni capo d’abbigliamento.
Il rischio infatti è di rovinare i nostri vestiti senza avere la possibilità di rimediare al guaio. Certi vestiti e certi tessuti, difatti, possono essere lavati solo a freddo e senza centrifuga. Una volta reperite queste informazioni, potremo selezionare il programma più adatto invece di usare sempre lo stesso che a volte si dimostra poco adatto.

• Dividere i vestiti è la seconda regola importante, dato che bisogna sempre preparare un carico suddiviso in base alle varie tipologie di capi e alle loro caratteristiche. Quindi attenzione sia al colore che ai tessuti.

• Il passaggio successivo è srotolare i calzini e le maniche dei vestiti, girando anche i pantaloni e svuotandone le tasche. Questo per evitare che in lavatrice possano finire monetine e altri piccoli oggetti, oppure le caramelle o i fazzoletti di carta.

• Poi è fondamentale scegliere dei prodotti detergenti di qualità, che possano rispettare la nostra pelle e anche l’ambiente. Per fortuna oggi è possibile acquistare i detersivi anche online, navigando sul sito di grandi supermercati come Easycoop, così da ricevere a domicilio i saponi che spesso rappresentano un peso non indifferente da trasportare fino a casa. Il consiglio in questo caso è anche quello di non esagerare con le quantità di ammorbidente e di detersivo, per evitare gli aloni e le striature, e seguire sempre le indicazioni riportate sui vari flaconi.

Stendere il bucato: mai rimandare

Stendere i panni è un’operazione spesso sottovalutata da molte mamme, visto che si dovrebbe sempre partire da una regola fissa: il bucato va fatto subito dopo che la lavatrice ha terminato il suo ciclo. È meglio evitare di lasciare i panni umidi nel cestello, per via della formazione di batteri, umidità e cattivi odori.

Come stendere i panni nel modo corretto

In primo luogo si suggerisce di non stendere mai i panni quando sono stropicciati: dopo averli tirati fuori dalla lavatrice, è sempre meglio distenderli un po’ scuotendoli, giusto per togliere le pieghe causate dalla centrifuga. Detto ciò, fate molta attenzione a come utilizzate le mollette: se possibile è meglio evitarle, ma quando sono indispensabili bisogna anche saperle usare.

• Pantaloni e gonne: quando si tratta di stendere pantaloni e gonne, le mollette andrebbero fissate sul tessuto che si trova ad altezza vita. Il tutto per evitare quelle pieghe poi molto difficili da far andare via.

• T-shirt: bisogna fare molta attenzione quando si stendono le magliette, perché ogni lembo del tessuto è visibile, fatta eccezione per le ascelle. Ed è proprio qui che dovreste piazzare le mollette.

• Camicie e maglioni: si chiude con le camicie e i maglioni, e qui la regola è tanto semplice quanto importante: questi capi non si stendono con le mollette. Nel primo caso bisogna sempre usare le grucce, mentre nel secondo meglio farli asciugare su un piano orizzontale.

In conclusione, grazie a questi consigli potrete preparare un bucato di fatto perfetto, evitando molti errori comuni.

Condividi