Come faccio a sapere se il mio latte è abbastanza per il mio bambino? E’ una delle domande che mi pongo spesso da quando è nato il mio secondo figlio.

Se con il primo ho vissuto tutto in modo naturale e sereno, stavolta la paura di “fallire” è tanta.

Non so spiegarmi il perché. Forse perchè avendo allattato il mio primo figlio fino ai 14 mesi, ho paura di non poter dare al nuovo arrivato le stesse cose che ho dato al fratello maggiore. Ogni settimana sono in ansia e vado in paranoia al primo pianto, ad un insolito risveglio notturno, al primo “attacca/stacca”. Finché non vedo le lancette della bilancia salire non riesco a stare tranquilla.

Ogni volta mi riprometto che i giorni seguenti sarà diverso e sarò più tranquilla evitando di farmi condizionare, però puntualmente ogni giovedì della settimana mi ritrovo all’appuntamento fisso in consultorio per pesarlo. Nonostante si veda che cresce molto bene, soltanto in quel momento riesco ad allontanare le mie ansie, almeno per qualche giorno

L’allattamento al seno è stata ed è un’esperienza che, seppur faticosa, è una tra le più belle che abbia mai vissuto.

Non è facile ma regala grandissime emozioni. L’appagamento che si prova a sapere che il proprio bambino stia crescendo grazie a te è qualcosa di inspiegabile.

Essere riuscita a prolungare fino ai 14 mesi l’allattamento del mio primo figlio è stato per me, un traguardo inaspettatamente meraviglioso.

Non so ancora per quanto a lungo riuscirò ad allattare il nuovo arrivato ma nel frattempo rafforzo il nostro legame e mi godo questi momenti unici e speciali mentre lui ciuccia e mi osserva con quei occhietti pieni di gratitudine che mi fanno sorridere il cuore.

Condividi