Essere mamma è bellissimo e richiede rinunce e impegno, essere mamma ed essere allo stesso tempo una soldatessa lo è ancor di più…
E quindi, sei al terzo mese di maternità, hai la tua vita tra le braccia, la stringi forte a te mentre con ansia e paura pensi  dovrai separartene e andare a LAVORO …

Il ritorno al lavoro.

Fai servizio in Sicilia, tuo marito a Spoleto e così la tua casa è a metà strada a Napoli nel luogo della tua famiglia d’origine:”come si  fa ora? non la  lascerò mai… lei dipende da me, dal mio amore, dal mio calore, dal mio seno!”
Ma hai giurato, hai una divisa che ti aspetta e non puoi buttar via tutti i sacrifici fatti negli anni.
Intanto, in tempo arriva un ricongiungimento e almeno la famiglia è unita in un unico luogo!
Ti rimbocchi le maniche e nonostante una piccola neonata per casa inizi a fare valigie e pacchi!
Ad un tratto Ti ritrovi in un’altra città, in  un’altra regione in un’altra casa con un’altra vita, lontano dai tuoi cari e  senza il loro aiuto!
Non sai se riuscirai mai ad essere una buona mamma, moglie e allo stesso tempo a servire la tua Patria.

Hai mille dubbi, hai paura che da sola non potrai mai farcela e che tutto crolli da un momento all’altro…

E oggi sono qui a scrivervi con un pancione di quasi 9 mesi!
Quando mi chiedono l’età di Aurora che ha solo 22 mesi tutti pronunciano la stessa parola “coraggiosa”
E si ci vuole coraggio, coraggio non solo perché si ricomincia con le poppate di notte, a dormire poche ore al giorno, si ricomincia con lo svezzamento ed affrontare tutte quelle paure e preoccupazioni che un piccolo neonato comporta; ma ci vuole coraggio a non spaventasi di tutto ciò che dovrò affrontare, ci vuole coraggio a pensare di essere forti abbastanza e poter creare una famiglia completa così come l’hai sempre desiderata
Dovrò lasciare Aurora per tre notti, da quando è nata non c’è stato un solo giorno che abbiamo dormito separate, questo mi spaventa ma sarà per una causa stupenda e sono sicura che lo affronteremo insieme al Meglio
Ciò che invece mi fa più male è quando la notte i pensieri mi affollano la mente, Aurora è attaccata a me la guardo incantata mentre mi accarezzo il pancione, ma una lacrima mi scende perché  penso che quando saranno entrambi in quel letto piccini piccini e una mattina possono non ritrovarmi accanto e non ritrovarmi per casa  per 6 mesi perché il lavoro potrebbe portarmi  in missione!

Quando sei mamma tutto cambia, la tua visione del mondo cambia, il tuo cuore cambia…

Ma una Vera Guerriera è proprio nei momenti più difficili che tira fuori il coraggio!
Spero di riuscire a conciliare perfettamente la mia vita  di mamma, moglie, casalinga e militare… non mi resta che essere  fiduciosa e sperare  che tutto vada per il meglio, perché nella mia vita ho sempre affrontato tutto con tenacia e positività…sono convinta che soltanto così riusciamo a dare valore al singolo giorno di essa!
Nonostante i giorni difficili che possono arrivare, ringrazio ogni giorno l’Esercito che mi ha fatto conoscere mio marito e  dare alla luce la nostra principessa e a breve il nostro piccolo!
Condividi